CALCIO IN CAMPANIA – Dalla B alla C, risultati e partite in pillole

   
   

In questa rubrica, che verrà pubblicata ogni settimana, ci sarà un resoconto di tutte le partite disputate dalle squadre campane di Serie B e C.

Nella sesta giornata di Serie B, il Benevento cade in casa contro il Foggia e la Salernitana esce vittoriosa dal match contro il Verona. In Serie C la Juve Stabia e la Casertana portano i 3 punti a casa, mentre la Cavese pareggia in casa del Rieti.

BENEVENTO-FOGGIA 1-3 – Al ”Ciro Vigorito” di Benevento arriva la squadra allenata da Grassadonia. I padroni di casa iniziano bene il match, e trovano il vantaggio al ‘7 con un bel colpo di testa di Coda su assist di Ricci. E’ immediata la reazione dei foggiani, che si rendono pericolosi, per poi trovare il pareggio al minuto 24, con una splendida punizione calciata da Kragl. La ripresa comincia con il Foggia che passa in vantaggio, su colpo di testa di Camporese, che sfrutta l’uscita sbagliata di Puggioni e lo beffa. Il Benevento prova a pareggiare, ma al minuto 60 Viola si addormenta e regala palla a Deli, che avanza palla al piede per poi servire Galano, che con il sinistro sigla il gol del 1-3. I campani, nel finale di partita provano ad accorciare le distanze, ma la traversa ferma il colpo di testa di Coda.

SALERNITANA-VERONA 1-0 – Il Verona primo in classifica sfida una Salernitana che ha voglia di ritrovare i 3 punti. La prima vera occasione della partita è per gli ospiti, con una bella azione di Matos, che arriva in area avversaria e prova il sinistro in diagonale, ma Micai respinge.  La reazione dei padroni di casa arriva con un tiro dalla distanza di Odjer, che però non inquadra lo specchio della porta. La prima frazione si chiude con il Verona che si rende pericoloso con Crescenzi, che nel tentativo di crossare il pallone in area, inquadra la porta, ma Micai si fa trovare pronto e respinge in calcio d’angolo. Nel secondo tempo, gli ospiti continuano ad attaccare, ma al minuto 68 è la Salernitana a passare in vantaggio: Casasola triangola con Vuletich, e dal fondo effettua un bel cross per Jallow, che sfrutta l’indecisione della difesa scaligera e sigla l’ 1 a 0. La reazione dell’Hellas non tarda ad arrivare, infatti gli uomini di Grosso si rendono pericolosi, ma non hanno fatto i conti con un super Micai, che si rende protagonista di una parata miracolosa su un tap-in ravvicinato di Zaccagni sugli sviluppi di un calcio di punizione. La Salernitana resiste agli attacchi del Verona, e va vicino al raddoppio con Bocalon che manca il pallone a due passi dalla porta.

PAGANESE-JUVE STABIA 1-3 – La squadra di Castellamare si rende protagonista di un bel primo tempo, e riesce a chiudere la prima frazione in vantaggio di due gol. Al minuto 42 arriva il vantaggio, con il gol di Mezavilla, che sfrutta un pallone vagante all’altezza del dischetto, e spiazza Galli. Due minuti più tardi arriva il raddoppio con Canotto, che sfrutta un fantastico assist di Paponi, e in diagonale firma lo 0-2. Nella ripresa la Paganese prova a rendersi pericolosa, ma al minuto 71 Canotto sigla la sua doppietta personale e porta la Juve Stabia sul 3 a 0. Al ’93 i padroni di casa trovano un bellissimo gol con Parigini, che trova la rete con un tiro dalla distanza.

CASERTANA-CATANZARO 2-1 – La Casertana prova a reagire dopo le due sconfitte consecutive in campionato, mentre il Catanzaro vuole dare continuità alla vittoria del turno precedente. Gli ospiti passano in vantaggio al minuto 28, con un bellissimo gol di Maita, che lascia partire un missile dai 25 metri e insacca l’incolpevole Russo. I padroni di casa trovano il pareggio tre minuti più tardi su calcio di rigore causato da un ingenuo fallo di mano da parte di Signorini, e Castaldo dal dischetto trova il pareggio. La Casertana poco dopo va vicino al vantaggio, con Castaldo che manda Floro Flores in porta, ma il numero 9 spreca l’occasione. Nella ripresa il Catanzaro sfiora il vantaggio con un gran tiro di Kanoute, ma Russo esegue una parata straordinaria e alza il pallone in calcio d’angolo. Al minuto 61 arriva il vantaggio dei campani con D’Angelo, che supera Gulobovic con un pallonetto. Gli ospiti hanno una reazione immediata, e vanno vicino al pareggio, prima con Fischnaller che si vede respingere un colpo di testa ravvicinato da Russo, e poi con Iuliano, che fa partire un sinistro a giro dall’interno dell’area, ma la palla finisce poco alta sopra la traversa.

RIETI-CAVESE 0-0 – In un ”Centro d’Italia-Manlio Scopigno” a porta chiuse, la Cavese inizia bene il match, con la punizione di Favasuli deviata in calcio d’angolo da Chastre. L’occasione più importante per i padroni di casa arriva sullo scadere del primo tempo, quando Vasiliou serve Dabo libero in area, ma il guineano non ne approfitta e calcia fuori. Nella ripresa è ancora il Rieti a rendersi pericoloso con Maistro che di testa spreca un buon assist di Vasiliou. Al ’70 Sciamanna va vicino al gol con una girata di destro, respinta però da Chastre. Al minuto 83 i campani protestano per un contatto sospetto: De Rosa cade in area di rigore dopo un contatto con Dabo, ma per l’arbitro è tutto regolare.

Mariano La Montagna

La pagina Facebook per seguire tutte le news del calcio in campania

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *