CALCIO IN CAMPANIA – Dalla B alla C, risultati e partite in pillole

   
   

In questa rubrica, che verrà pubblicata ogni settimana, ci sarà un resoconto di tutte le partite disputate dalle squadre campane di Serie B e C.

Nella settima giornata di Serie B, il Benevento perde a Pescara e la Salernitana pareggia in casa della Cremonese. In Serie C la Juve Stabia e la Casertana portano i 3 punti a casa, mentre la Cavese pareggia contro la Sicula Leonzio.

PESCARA-BENEVENTO 2-1 – Il Pescara di Pillon ospita il Benevento di Bucchi in una partita ricca di emozioni. Il primo tempo è dominato dai padroni di casa che vanno più volte vicini al gol del vantaggio. Al ’11 Monachello trova il gol, annullato però giustamente da Baroni, per fallo dell’attaccante su Antei. Alla mezz’ora il Pescara va ancora vicino al gol con Marras, che sfrutta l’assist di Machin, e a pochi passi dalla porta colpisce la palla con il tacco, ma la conclusione termina sul palo. Al minuto 37 Puggioni si rende protagonista di una super parata sul colpo di testa di Campagnaro, deviando la palla in calcio d’angolo. E proprio da quel calcio d’angolo arriva il gol di Mancuso, che di testa sfrutta il cross dalla bandierina di Memushaj. Nei minuti iniziali della ripresa, il Benevento trova il pareggio, con una grandissima punizione di Viola, imparabile per Fiorillo. Due minuti più tardi, il Pescara torna di nuovo in vantaggio, con un gran destro in diagonale di Machin. Nei minuti finali Brugman fallisce due grandi occasioni a pochi passi dalla porta di Puggioni.

CREMONESE-SALERNITANA 0-0 – La Cremonese ancora imbattuta sfida la Salernitana che viene dalla bella vittoria contro il Verona. La prima occasione della partita è per i campani, con Jallow che prova la rovesciata, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al ’19 la Cremonese si rende pericolosa con Paulinho, che di testa va vicino al gol del vantaggio. La ripresa inizia con una bella azione dei padroni di casa, conclusa ancora di testa da Paulinho, bravo però Micai a respingere. Al ’59 la Salernitana recupera palla al limite dell’area avversaria con Castiglia, che fa partire un destro potente che Radunovic devia in corner. Nei minuti finali gli ospiti protestano per un contatto sospetto in aera di rigore tra Kresic e Djuric, ma per l’arbitro è tutto regolare. All’ultimo secondo arriva una clamorosa occasione per la Cremonese sprecata da Carretta, che in area piccola alza troppo il pallone e non trova lo specchio della porta.

JUVE STABIA-RENDE 2-1 – I padroni di casa iniziano molto bene la partita, e al minuto 19 trovano il gol del vantaggio con Carlini, che con il suo destro a giro dal limite dell’area disegna una traiettoria bellissima e imparabile per Savelloni. La reazione del Rende arriva al minuto 37 con Vivacqua, che a pochi passi dalla porta difesa da Branduani, di testa sigla il gol del pareggio. Poco dopo il numero 9 trova la doppietta, gol che però viene annullato giustamente per fuorigioco.  Nella ripresa è sempre Vivacqua il più pericoloso per il Rende, che vede respingere il suo tiro da Branduani. La Juve Stabia prova a reagire con il calcio di punizione di Calo, che finisce poco distante dalla porta. A 7 minuti dalla fine è proprio Calo che porta in vantaggio i campani, con un gol bellissimo direttamente da calcio d’angolo. Nei minuti finali gli ospiti provano ad agguantare il pareggio, ma Rossini manca di poco il pallone nell’aera piccola avversaria.

VIRTUS FRANCAVILLA-CASERTANA 1-2 – La prima occasione della partita è per i padroni di casa, e arriva al minuto 7 con Albertini che a pochi passi dalla porta avversaria spara alto. Alla mezz’ora la Casertana si rende pericolosa con una punizione dalla distanza calciata da Pinna, conclusione potente ma non molto angolata. Poco dopo la Virtus Francavilla si porta in vantaggio con Sarao, che sfrutta un bel assist di Martinez, e a tu per tu con Russo non sbaglia. Nei minuti iniziali del secondo tempo, sono sempre i padroni di casa a rendersi pericolosi, con una bella punizione dalla distanza di Martrinez, palla deviata da Russo sulla traversa. Al minuto 72 arriva il pareggio degli ospiti con una gran girata al volo di Rainone, che sfrutta un cross da centrocampo su punizione. Nel recupero la Casertana trova addirittura il gol del vantaggio con Padovan, che scambia con Castaldo e al limite dell’aria lascia partire un sinistro rasoterra che termina nell’angolino basso alle spalle dell’incolpevole Tarolli.

CAVESE-SICULA LEONZIO 0-0 – Allo stadio ”Lamberti” di Cava de’ Tirreni, arriva la Sicula Leonzio. Al minuto 5 arriva la prima occasione per la Cavese con il sinistro ravvicinato di  Rosafio respinto da Narciso. Al ’10 i padroni di casa trovano il gol con Tumbarello, annullato giustamente dopo un lungo consulto dell’arbitro con il guardalinee. Al minuto 24 Rosafio si mette in proprio e salta prima un difensore e poi il portiere, ma si defila troppo e spreca l’occasione. La ripresa comincia ancora con la Cavese padrona del campo, che va vicina al vantaggio con Sciamanna che si vede respingere il tiro da Narciso. All’ora di gioco la Sicula Leonzio si rende pericolosa con un tiro dalla distanza di Gammone, che termina di poco a lato della porta difesa da Vono. Al minuto 71 è ancora Sciamanna che si rende pericoloso in area avversaria, con un sinistro in diagonale che finisce di poco a lato. A 4 minuti dalla fine Gammone si rende protagonista di un brutto intervento in scivolata su Sciamanna, e si guadagna il cartellino rosso, lasciando i suoi in 10 per i minuti finali.

Mariano La Montagna

Scarica gratuitamente l'App di ForzAzzurri.net

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *