CorSport: “Rui Patricio destinato a raccogliere l’eredità di Reina, Sportiello potrebbe fare il secondo…”

   
   

L’edizione odierna del Corriere dello Sport scrive sulle mosse di mercato del Napoli per il dopo Reina:

“Rui Patricio (30) ha sistemato i suoi paletti nelle gerarchie del Napoli: è il predestinato ad accogliere l’eredità di Reina, lo sa bene e ne è convinto, anche se gli è stato chiesto di aver pazienza. Però la scelta è stata fatta, e condivisa da Sarri, un mesetto fa: Cristiano Giuntoli ha preparato la lista, De Laurentiis è passato alla fase operativa e Rui Patricio ha allungato le sue mani oltre quelle di Bernd Leno (26) e si è investito del ruolo di titolare. La seconda fase, quella più laboriosa, passa attraverso l’accordo con lo Sporting Lisbona: ma la priorità del Napoli è rappresentata dalla decisione del tecnico.

LA PRIMA RISERVA – Il Napoli insegue un profilo «certo», per poter contare su terzina di portieri ben combinata e quindi sentirsi garantito: Meret costa tanto, anzi tantissimo, ed è poi complicato investire una dose massiccia di danaro per tenerlo in panchina; e il discorso, più o meno identico, anzi addirittura più tranciante, è stato fatto per Cragno del Cagliari. Tra le proprie, dirette conoscenze, Giuntoli ha Sportiello, che ha visto crescere al Carpi; altrimenti, la tentazione di Radunovic – alla Salernitana, di proprietà dell’Atalanta – potrebbe essere riformulata. Ma nella propria area di rigore, il diesse rilancerà più in là, a firma allenatore garantita. E intanto dà un’occhiata in giro.

IL FUTURO – E allora, servirà, o potrebbe servire, un vice di Rui Patricio, una figura rassicurante. Però per il momento il Napoli non si sofferma sull’argomento, punta a convincere Sepe e il suo procuratore, guarda al futuro, avendo praticamente opzionato Rok Vodisek, venti anni il prossimo dicembre, una stagione, quella passata, da titolare nell’Olimpia Lubiana, e un’altra, quella in corso, soprattutto in panchina: tutta colpa del contratto, in scadenza nel giugno prossimo, e di un interesse che il Napoli ha mostrato da sei-otto mesi in qua, con Giuntoli che ha spedito un suo inviato speciale e di fiducia ed è andato a vederlo di persona. Però è stato sufficiente quel tempo per sedurre il giovanotto e indirizzarlo, mentalmente, verso Castel Volturno. L’Olimpia Lubiana si è praticamente rassegnata («il ragazzo vuole il Napoli») e sa che lo perderà. Uno, due, tre: i portieri”.

La pagina Facebook per seguire tutte le news del calcio in campania

   
       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *