Gazzetta contro la BBC: “Tocchi inutili e Jorginho ignorato. Dal mediano del Napoli l’azione più pericolosa…”

  
   

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport comnenta il pareggio dell’Italia contro la Svezia

“Molti tocchi inutili lì dietro, Jorginho spesso ignorato. Apre così la rosea l’analisi tattica di Italia-Svezia. Secondo il quotidiano lombardo: “E’ stato uno dei grandi dubbi della vigilia: giusto schierare tre difensori centrali contro una Svezia ovviamente a trazione posteriore? Ventura si è affidato ancora a Barzagli, Bonucci e Chiellini. Qui naturalmente non si discute del valore individuale di questi tre campioni, ma della situazione tattica. I rischi erano legati a una esclusione di Jorginho dalla catena di costruzione e alla inutilità di avere sempre un uomo libero e virtualmente privo di compiti nella nostra metà campo. La partita ha dimostrato che Ventura ha sbagliato. Nei primi quindici minuti Jorginho è rimasto fuori dal gioco nonostante si muovesse tanto per farsi vedere e offrire un comodo passaggio. Il regista del Napoli veniva saltato regolarmente. Poi, minuto dopo minuto, Jorginho è stato maggiormente coinvolto e ha creato una delle più grandi occasioni azzurre (assist per Immobile, trovato davanti al portiere) e altre azioni interessanti. Nella ripresa, però, Jorginho non è stato più altrettanto bravo a proporsi ed è nuovamente uscito dal gioco senza rientrarci più. La circolazione di palla dell’Italia, molto lenta, coinvolgeva tantissimo i tre centrali difensivi le cui statistiche di fine gara sono emblematiche: Barzagli è il giocatore che ha toccato più palloni (143), davanti a Bonucci (127) e Chiellini (126): Jorginho, quarto azzurro, si ferma a quota 92”.

La pagina Facebook per seguire tutte le news del calcio in campania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *