Pubblicato il: 2 Febbraio 2016 alle 4:50 pm

CALCIO IN CAMPANIA – Serie B, 24esima giornata, ko per Avellino e Salernitana

Giornata negativa per le compagini campane impegnate in Serie B. Avellino e Salernitana escono sconfitte contro Cagliaeri e Spezia

Serie B – Avellino-Cagliari 1-2. Reti: 5′ Mokulu (A), 11′ Munari (C), 78′ Cerri (C)
Nell’anticipo del venerdì al Partenio-Lombardi, il Cagliari dell’ex Massimo Rastelli sfida l’Avellino nel match valido per la 24esima giornata di Serie B.

Pronti via e il Cagliari parte subito forte: al 2′ affondo di Barreca sulla sinistra che serve al centro per Joao Pedro che ci prova, la palla sfiora il palo alla sinistra di Frattali. Reagisce l’Avellino e passa in vantaggio al 5′: calcio di punizione dalla destra, svetta di testa Castaldo che colpisce il palo, sulla ribattuta Mokulu mette dentro da pochi passi. Ma il Cagliari non ci sta e acciuffa il pareggio all’11’, ancora una percussione sull’out mancino con Joao Pedro bravissimo a saltare un avversario e mettere una palla d’oro in piena area che Munari deve solo depositare in rete. Al 25′ l’episodio che determina il match: Sbaffo tocca la palla di mano e viene ammonito per la seconda volta lasciando i suoi compagni in 10. La squadra di Rastelli cerca di approfittare, al 36′ palo di Marco Sau, ottimamente servito da un lancio di Salamon. Al 38′ gli irpini hanno l’occasione per passare di nuovo in vantaggio, ma incredibilmente Bastien, a tu per tu con Storari, calcia di pochissimo fuori. Il primo tempo finisce 1-1.

Nella ripresa l’Avellino prova a chiudere gli spazi, la prima vera occasione per i sardi si registra al 69′ con Melchiorri che calcia alto da ottima posizione sugli sviluppi di un calcio piazzato. Al 78′ il Cagliari trova il vantaggio: errore della difesa irpina in fase di disimpegno, ne approfitta il neo entrato Cerri che batte Frattali da pochi passi. All’82’ doppia occasione per i sardi, ma prima Munari e poi Cerri, si fanno ipnotizzare da uno strepitoso Frattali che salva la propria porta. Nel finale i rossoblù amministrano il vantaggio e dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Pinzani decreta la fine delle ostilità. La gara termina 1-2.
L’Avellino di Tesser manca l’ottava gioia dopo sette risultati utili consecutivi. Gara condizionata dall’espulsione che ha costretto gli irpini in 10 per un tempo e mezzo, ma i biancoverdi confermano i passi avanti mostrati nelle ultime gare.

Serie B – Spezia-Salernitana 3-1. Reti: 64′ Coda (S), 67′ Vignali (Sp), 78′ Calaiò 87′ Sciaudone (Sp)
Lo Spezia di Di Carlo ospita la Salernitana al Picco, nel posticipo del monday night per la 24esima giornata di Serie B.
Spezia subito pericoloso in avvio con Situm, che al 4′ impegna Terraciano con un insidioso destro a giro, ma il numero 1 granata si fa trovare pronto. Al 14′ il destro di Errasti viene deviato assumendo una traiettoria pericolosa, ma Terracciano salva ancora. La  reazione della Salernitana arriva dai piedi di Zito su calcio di punizione dalla lunga distanza che non trova, però, fortuna. Nel finale tornano a rendersi pericolosi i padroni di casa con Calaiò, che sfiora l’incrocio da fuori e Canadjija, che trova la risposta coi piedi di Terraciano. Ma il risultato non cambia, il primo tempo termina a reti inviolate.

La ripresa è più entusiasmante, con la Salernitana che rimane in dieci uomini al 59′ dopo l’espulsione di Gabionetta costretto a lasciare il terreno di gioco per somma di ammonizioni. Al 64′ quello che non t’aspetti: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Ronaldo, a saltare più in alto di tutti è Coda che di testa mette alle spalle di Chichinzola per il vantaggio della Salernitana. Vantaggio che dura solo 3 minuti. Al 64′ infatti, Vignali colpisce male sul tocco di Piccolo, ma insacca in un secondo tempo a porta ormai vuota. Lo stesso Vignali sfiora la doppietta al 70′, ma è ancora miracoloso Terracciano che trova un riflesso straordinario sul sinistro al volo dell’attaccante. Al 78′ è Calaiò, su rigore, a completare la rimonta dello Spezia. Nel finale arriva anche il gol dell’ex Sciaudone, sinistro vincente da fuori area a fissare il punteggio sul definitivo 3-1.

Torna a casa con una brutta sconfitta la Salernitana di mister Torrente dopo la convincente vittoria sul Brescia della settimana scorsa che aveva fatto ben sperare. Granata relegati pericolosamente in zona play out e attesi dal difficile impegno contro il Pescara sabato prossimo all’Arechi.

Carmine Gallucci

Carmine Gallucci

Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

View all posts by Carmine Gallucci →