CANTERA AZZURRA- Tu chiamale se vuoi….emozioni !!!

raduni giovanili
   

Cantera Azzurra, quella appena trascorsa è stata una settimana dalle mille emozioni, ecco perchè:

Se per il Napoli di mister Sarri non si può dire che il week end sia andato “tutto liscio come l’olio“, possiamo tranquillamente affermare che per il settore giovanile partenopeo è stata una giornata ricca di soddisfazioni e grandi vittorie. Per ragioni “d’anzianità” evidenziamo la splendida prestazione della Primavera di mister Saurini (clicca qui per articolo Napoli-Empoli), ma anche la straordinaria impresa degli Allievi Nazionali in Sicilia contro il Palermo. Da non sottovalutare l’ennesimo capolavoro di mister Vincenzo Marino e dei suoi “scugnizziclasse 2000;  infine non possiamo non soffermarci sull’ottima performance effettuata dai Giovanissimi Nazionali contro il Messina, su un campo ai limiti dell’impraticabilità. Queste vittorie allontanano, almeno per il momento, le critiche piovute addosso recentemente sulle squadre giovanili e sul responsabile, Gianluca Grava, protagonista dell’attuale nuovo corso della “cantera azzurra” (clicca qui per articolo) che allo stato attuale tutto si può dire tranne che fallimentare.

Gli Allievi Nazionali, dopo la bella vittoria contro la Ternana della settimana scorsa (clicca qui), battono e sempre in trasferta il quotato Palermo. Dopo la squalifica tornano a disposizione di mister Carnevale sia Gaetano che Mattera. Il Palermo parte bene e conduce la gara ma con il passar dei minuti è il Napoli a prendere le “redini del gioco” e infatti, nel finale di primo tempo, passa in vantaggio con Esposito. Nella ripresa gli azzurrini di prepotenza raddoppiano grazie ad Antonio Della Corte, attaccante esterno ex Aversa Normanna, bravo a finalizzare una ripartenza azzurra. Torna al gol quindi Della Corte che tanto bene si è comportato un anno fa in occasione del 26° Torneo Internazionale di Cava tanto da spingere Gianluca Grava ad acquistarlo. Passano i minuti e il Napoli dilaga con Russo. Finisce 0-3 la gara tra Palermo e Napoli con gli azzurrini che tengono ben salda la seconda posizione portandosi a +7 proprio sui rosanero. Il 21 febbraio si gioca la 19° giornata con le sfide Napoli-Frosinone e Pescara-Palermo.

Una curiosità: erano quindici lunghissimi anni che la squadra Allievi non raggiungeva un simile traguardo; tutto ciò frutto di un lavoro certosino di Grava e del suo stimatissimo scouting che negli ultimi 2 anni circa ha potenziato e “raffinato” la classe 2000 e 2001. Oggi, nelle fila degli Allievi di mister Carnevale militano, oltre ai bravissimi classe ’99, giovani talenti del 2000 come Pasquale Messina; su questo ragazzo qualcuno giura che possa essere il “nuovo Insigne”; il bomber di Cimitile Gianluca Gaetano (fratello del più noto Felice attualmente alla Torres) già in pianta stabile nella Nazionale Under 16 di mister Zoratto. A centrocampo Salvatore Pelliccia; il golden boy azzurro è stato purtroppo frenato ad inizio stagione da un fastidioso infortunio e da poche settimane è tornato a dar manforte ai compagni. Non dimentichiamo Nicolò Bartiromo e Claudio Manzi, ottimi prospetti e giocatori grintosi; Salvatore “Totò” Micillo, autore della doppietta della settimana scorsa che ha regalato il successo agli azzurri contro la Ternana. Infine Mario Pecorella, Mario Ferrara e i due ex Mariano Keller, Ciro Palmieri e Francesco Pirone; proprio quest’ultimo è stato autore qualche settimana fa di un gol straordinario (Juve Stabia-Napoli 2-3, da vedere assolutamente). Se tutto ciò rappresenta solo l’inizio della “cura Grava” allora…diamo un benvenuto alla cantera azzurra ma, soprattutto, tanta fiducia.

Arriva la “quinta meraviglia consecutiva” per gli Allievi Lega Pro del Napoli allenati da Vincenzo Marino, ex secondo di Delio Rossi nelle stagioni passate. Dopo un girone d’andata deludente e le pesanti critiche a causa dei risultati negativi ottenuti, la squadra azzurra sembra rinata e ora non ce n’è per nessuno. Lecce, Monopoli, Catania, Juve Stabia e ora Akragas sono le vittime di turno di questo esaltante inizio 2016. Il primo tempo termina 0-0 ma al 73′ arriva il gol-vittoria del Napoli con Daddio, bravissimo dalla sinistra ad effettuare un tiro-cross che si stampa sul palo destro con la sfera che si insacca:è il gol bellissimo e anche fortunoso che regala la vittoria ai partenopei. Nel prossimo turno che si giocherà il 28 febbraio importanti sfide Cosenza-Napoli e Akragas-Catania. In classifica il Napoli sale ancora e, dopo aver occupato anche il penultimo posto nei mesi scorsi, si porta ora in ottava posizione con 28 punti.

I Giovanissimi Nazionali sbancano il campo del Messina. La gara si è giocata ieri mattina su un campo ai limite dell’ impraticabilità a causa di un diluvio abbattutosi sulla zona qualche ora prima della gara. Gli azzurrini, che dispongono di tanti giocatori molto bravi a livello tecnico, hanno avuto difficoltà a fare il loro gioco fatto in velocità e palla a terra ma, nonostante queste difficoltà, hanno vinto 2-1. Mister Panico manda in panchina i due attaccanti Giliberti e Labriola e si affida in avanti a Lauro. Gallo ed Esposito Domenico. Tra i pali c’e’ Ferrara a discapito di Evangelista. Pronti via ed il Napoli va subito in vantaggio: al 7′ è Gallo che effettua un cross al centro area dove si fa trovare pronto Esposito Domenico il quale anticipa un difensore messinese e in scivolata insacca l’1-0. Dopo circa un quarto d’ora è giunto il raddoppio del Napoli: traversone dalla trequarti con Lauro che taglia alle spalle dei due difensori e prolunga di sinistro in porta nell’angolo dove il portiere non può arrivare. Gol di pregevole fattura quello di Lauro che gonfia la rete per la nona volta in campionato. Il Messina non si disunisce e trova subito il gol che accorcia le distanze con Niosi, abile di testa a realizzare. Nei minuti finali è ancora Lauro che mette in difficoltà il Messina ma la sua girata è preda del portiere. Nel secondo tempo i siciliani non trovano il guizzo vincente mentre gli azzurrini, ben disposti in campo da mister Panico, controllano la gara e conquistano i tre punti.

Napoli sempre più primo in classifica con 42 punti (+ 4 sul Palermo secondo) grazie alle 13 vittorie e 3 pareggi conquistati fino ad ora. Nel prossimo turno del 28 febbraio a Sant’Antimo arriva l’Akragas.

giovan napoli 9098

 

 

 

 

 

Piero Vetrone