Basket: Amar Alibegovic alla Virtus Bologna. Fortitudo vicina a Meo Sacchetti, addio Buscaglia-Reggio Emilia

Giornata intensissima per quanto riguarda le operazioni di mercato in entrata nella Serie A. Di poche decine di minuti fa è infatti la notizia del terzo colpo verso la stagione 2020-2021, dopo che Treviso ha prelevato da Bergamo (A2) Jeffrey Carroll e Milano si è assicurata le prestazioni di Davide Moretti.

La Virtus Bologna, infatti, ha risposto con la firma di Amar Alibegovic, che è stato a lungo conteso proprio con l’Olimpia. Il lungo, bosniaco con nazionalità sportiva italiana a causa dei suoi trascorsi nelle giovanili di Udine e Stella Azzurra. Dopo i quattro anni in NCAA, a St. John’s, con Chris Mullin come guida tecnica, è tornato a Roma, sposando la causa della Virtus dopo aver vissuto l’ambiente nerostellato. Protagonista del ritorno dei blugiallorossi in A (con annessa grande importanza nella partita valsa la promozione), si è fatto valere anche al piano superiore, con ripetute buone prestazioni, gli apprezzamenti di Ettore Messina e Gianmarco Pozzecco e un’annata da 10.5 punti e 7.2 rimbalzi di media, che però non dicono delle sue ottime qualità sia dal punto di vista tecnico che da quello caratteriale, in termini di combattività.

Loading…
Loading…

Per un Alibegovic che cambia Virtus (e un altro, Mirza, in arrivo in Serie A ove Torino dovesse essere ammessa), ci sono numerosi movimenti in corso o comunque paventati. Sempre le V nere, per bocca di Luca Baraldi, stanno continuando a puntare decise su Awudu Abass, mentre sull’altra sponda (Fortitudo) ci sono dubbi sull’opportunità di tenere Daniele Cinciarini e Maarty Leunen. Nella giornata di ieri, invece, sono arrivati gli accordi di Akil Mitchell, ormai ex Trieste, con l’Hapoel Galil Gilboa (in Israele il campionato è sulla via della ripresa), e di Siim Sander-Vene, visto quest’anno a Varese, con Fuenlabrada, in Spagna.

Il vero terremoto, però, sta arrivando nel mercato allenatori. A Reggio Emilia è stata ufficializzata la separazione, dopo una sola stagione, con Maurizio Buscaglia, anche a causa del rinnovamento dell’assetto societario reggiano. Candidato numero uno per la sostituzione è Antimo Martino, in uscita dalla Fortitudo, dopo valutazioni che avevano visto in lizza anche Piero Bucchi. Proprio alla Fortitudo quelle in corso sono ore caldissime: fino soltanto a ieri pareva cosa fatta il ritorno, dopo quasi 15 anni, di Jasmin Repesa, il mai dimenticato coach del secondo scudetto. Invece, nelle ultime ore, tutto sembra andare nella direzione di Meo Sacchetti, per il quale, stando alla Gazzetta dello Sport, sarebbe pronto un biennale. L’allenatore della Nazionale sarebbe in uscita dalla Vanoli Cremona, dove l’aria è particolarmente critica, anche se sono stati smussati i toni che parlavano di eventuale autoretrocessione.

Anche in Europa si muove qualcosa, con la doppia separazione da Kosta Koufos e Ron Baker. Il club russo avrebbe messo sul piatto anche quattro milioni di euro per Kostas Sloukas, al pari del Real Madrid; in questo caso (come per altri) vanno però prima visionate le mosse del Fenerbahce, anzi di coach Obradovic, dalle cui decisioni dipenderanno molti movimenti del massimo livello di basket europeo. In Champions League Giorgi Shermadini, visto anni fa a Cantù, resta a Tenerife fino al 2023. In EuroCup, invece, sarebbe ormai del Promitheas il play Michalis Lountzis.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo