Basket, Champions League 2019-2020: trasferta greca amara per Brindisi, il PAOK vince 95-91

 
 
   

Trasferta amara per la Happy Casa Brindisi in quel di Salonicco: il PAOK supera la formazione italiana con il punteggio finale di 95-91. In un match molto equilibrato, deciso soltanto nei minuti finali, la palma di MVP va assegnata, senza ombra di dubbio, ad Adam Smith, che mette a referto 27 punti trascinando la propria squadra alla vittoria. Per Brindisi è una sconfitta pesante, che rende negativo il saldo del girone (2-3), mentre per la squadra greca è la prima vittoria dell’annata europea (1-4).

Il match va in scena in una “PAOK Sports Arena” quasi deserta, in cui a farsi sentire sono principalmente le poche decine di tifosi giunti dalla Puglia. Nel primo quarto la partita procede punto a punto: si gioca con tanta foga ma con poca lucidità, e nessuna delle due squadre riesce a trovare la continuità necessaria in ambo le metà campo. Tra i padroni di casa si mette fin da subito in particolare evidenza Adam Smith, vecchia conoscenza delle serie minori della pallacanestro italiana (l’anno scorso a Ravenna in A2): per lui 10 punti con 4/6 al tiro dal campo. La risposta brindisina è opera soprattutto di Martin, Brown e Stone. Si arriva alla prima pausa in perfetta parità: 23-23.

A cominciare meglio il secondo periodo è la squadra greca, che piazza subito un parziale di 6-0. Il tentativo di allungo non va però in porto: Brindisi è in partita e ristabilisce in breve tempo la parità. Il leitmotiv dell’incontro non cambia: entrambe le squadre vogliono tenere i ritmi alti ma continuano a commettere tanti errori e a giocare in maniera intermittente. Nel disordine generale è l’equilibrio a regnare sovrano, come testimonia anche il risultato con cui si va all’intervallo lungo: 45-45, sintesi perfetta di un primo tempo senza padroni. 

La terza frazione di gioco vive di grandi parziali, generando una girandola di emozioni che però non mutano la situazione di grande equilibrio. L’avvio del periodo è favorevole alla formazione di Francesco Vitucci, che sembra finalmente decisa ad alzare il livello di gioco e prendere finalmente il comando delle operazioni, arrivando fino al +7 (52-59). Ma è solo un fuoco di paglia, perché, dopo il timeout chiamato da coach Charalampidis, Brindisi spegne improvvisamente le luce e permette al PAOK di mettere a referto un corposo parziale di 12-0, che riporta la formazione greca avanti (64-59). Nel momento più difficile i pugliesi riescono a tenere i nervi saldi e rialzano immediatamente la testa, firmando un controparziale di 8-0 (64-67). Nell’ultimo minuto botta e risposta tra le triple dello scatenato Adam Smith e di Darius Thompson. La situazione di parità viene sbloccata soltanto dai tiri liberi di Banks, guadagnati a fil di sirena: 70-72 a 10′ dal termine.

Loading…
Loading…

In avvio di ultimo quarto Brindisi, guidata soprattutto dall’energia di Kelvin Martin, parte bene e resta avanti di una manciata di lunghezze. Ma la formazione di Salonicco ha tanta voglia di ottenere la prima vittoria stagionale in Europa e, trascinata dalla coppia di brevilinei costituita da Smith e Lewis, ritrova il vantaggio a poco più di 3′ dalla fine (85-83). Il finale di partita è palpitante: Wiggins appoggia a tabellone il +5 (91-86) a meno di un minuto dalla sirena, ma Martin ruba una palla preziosissima e in contropiede riporta i suoi a contatto (91-88). Dalla lunetta, però, Smith è freddissimo, coronando una prestazione superlativa con i tiri liberi che di fatto ufficializzano la vittoria del PAOK.

IL TABELLINO DEL MATCH

PAOK-HAPPY CASA BRINDISI 95-91 (23-23, 22-22, 25-27, 25-19)

PAOK – Lewis 18, Smith 27, Schizas 2, Karras 0, Tsochlas 2, Chatzinikolas 0, Margaritis 4, Best 19, Wiggins 9, Egekeze 0, Sarikopoulos 3, Knowles 11. Allenatore: Charalampidis.

BRINDISI – Banks 15, Brown 19, Martin 23, Radosavljevic 2, Zanelli 3, Iannuzzi ne, Gaspardo 5, Campogrande 3, Thompson 10, Cattapan ne, Stone 8, Ikangi 3. Allenatore: Vitucci.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo