Basket, Eurolega 2019-2020, 9a giornata: la notte di Dino Meneghin sorride all’Olimpia Milano, Maccabi Tel Aviv battuto

 
 
   

Nella notte in cui, all’intervallo, viene ritirata nel tripudio del Mediolanum Forum la maglia numero 11 di Dino Meneghin, l’Olimpia Milano batte con il punteggio di 92-88 il Maccabi Tel Aviv, mantenendosi in testa alla regular season con sette successi insieme, in attesa delle partite di domani, all’Anadolu Efes. Per la squadra di Ettore Messina l’apporto fondamentale, in verità, è dell’intera squadra, al di là dei punti, che comunque sono 20 per Luis Scola, 18 (con 11 assist) per Sergio Rodriguez, 13 per Vladimir Micov, 11 per Nemanja Nedovic e 10 per Kaleb Tarczewski. Non bastano alla squadra di Ioannis Sfairopoulos i 25 di Scottie Wilbekin, i 14 di Tyler Dorsey e i 13 di Tarik Black.

Inizio particolarmente equilibrato, quello di un Forum di Assago tutto esaurito anche per la causa nobile benefica promossa dall’Olimpia e dal Gruppo Armani. Dopo i primi tre minuti e mezzo, però, Tarczewski inizia a lavorare ai fianchi il Maccabi, producendo il primo +5 della serata (12-7), che non si amplia perché la coppia Zoosman-Wilbekin non è particolarmente d’accordo. Negli ultimi tre minuti si sbaglia parecchio, e se da una parte Mack inizia a trovare qualche canestro, dall’altra Wolters e Hunter firmano il 21-21 di fine primo quarto.

Con i canestri dI Dorsey, Avdija e Wolters il Maccabi ricomincia bene (23-28), dando all’Olimpia tre minuti di pensieri. Ci pensa la sapienza cestistica di Rodriguez a riportare Milano nelle vicinanze del club israeliano e poi avanti, con un parziale di 12-2 sul quale c’è anche la firma di Scola e Micov. Dopo la tripla di Scola del 38-32, il duo Wilbekin-Black prova a tenere in scia la formazione di Tel Aviv, ma l’intensità di Brooks e Biligha combinata con le capacità del solito Micov fanno sì che all’intervallo si vada sul 47-42 Milano.

Al ritorno dagli spogliatoi l’Olimpia sembra poter andare via, con Micov che segna con continuità per portare i suoi sul +9 (54-45) e il duo Rodriguez-Brooks che firma il +10 (58-48) dopo quattro minuti. La risposta del Maccabi non si fa attendere, e ha i nomi e cognomi di tutta la batteria degli americani, che ci mette l’intensità necessaria per ribaltare completamente la situazione: Wilbekin, Black, Acy, Dorsey, DiBartolomeo mettono tutti i loro mattoni per far sparire, nel giro di cinque minuti, il vantaggio dell’Olimpia (63-64). Comincia allora, però, il lavoro di Nedovic (con l’aiuto di due liberi di Scola): due triple, e si va negli ultimi 10 minuti sul 71-64.

Loading…
Loading…

Ancora Nedovic decide che non è il caso di fermarsi a cavallo tra i due periodi: gli offre una mano Scola, ed è 76-64 Milano con le loro triple. Hunter, Wilbekin e Dorsey firmano un parziale di 0-8 che riporta in vita il Maccabi, capace di restare a contatto almeno fino a 3’30” dalla fine. In quel momento, Brooks piazza il tiro da tre dell’84-77, Rodriguez si accoda con un’invenzione delle sue e fa esplodere il Forum, oltre a spaccare definitivamente in due l’incontro. Gli ospiti sono anche lodevoli, perché per rientrare le provano tutte (e si ritrovano Wilbekin con i crampi dopo la tripla dell’88-82), ma lo stato maggiore dell’Olimpia, al secolo Rodriguez e Scola, manda in porto la missione settima vittoria: 92-88.

OLIMPIA A|X ARMANI EXCHANGE MILANO-MACCABI FOX TEL AVIV 92-88 (21-21, 47-42, 71-64)

MILANO – Mack 5, Micov 13, Biligha 4, Roll 5, Rodriguez 18, Tarczewski 10, Nedovic 11, Cinciarini, Burns ne, White, Brooks 6, Scola 20. All. Messina

MACCABI – Bryant 4, Wilbekin 25, Acy 4, Hunter 6, S. Cohen ne, Avdija 2, Dorsey 14, DiBartolomeo 6, Wolters 8, J. Cohen 2, Black 13, Zoosman 4. All. Sfairopoulos

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo