Basket: la FIP chiede alle Leghe ipotesi per modifiche ai format dei campionati

Al termine del Consiglio Federale odierno, con l’ombra della decisione del CONI sulla sospensione delle attività sportive fino al 3 aprile, la Federazione Italiana Pallacanestro ha provveduto a rendere conto di quanto emerso dai colloqui svolti anche con le Leghe di società (LegaBasket Serie A – LBA per la massima categoria, Lega Nazionale Pallacanestro per A2 e B e LegaBasket Femminile per le corrispondenti A1 e A2).

In questo senso, la FIP ha chiesto proprio alle Leghe la collaborazione necessaria per verificare i possibili scenari di ripresa dei campionati, una volta terminata la pausa forzata: in ballo c’è anche la possibilità di modificare le Disposizioni Organizzative Annuali, conosciute nell’ambiente semplicemente come DOA.

I nodi da sciogliere sono davvero tantissimi, buona parte dei quali vincolati all’attuale monito della FIBA, che prima dell’inizio della stagione ha richiesto che tutti i campionati si concludessero entro il 12 giugno al fine di consentire la partecipazione dei giocatori ai quattro tornei Preolimpici (l’Italia è impegnata in quello di Belgrado dal 23 al 28 giugno).

In particolare, in Serie A bisognerà tenere conto anche degli impegni di Olimpia Milano, Virtus Bologna, Reyer Venezia e Dinamo Sassari nelle Coppe europee, ove queste avanzassero. In più, il vincolo della FIBA imporrà un pressoché certo accorciamento dei playoff, da vedere con quale formula. Da non dimenticare, peraltro, le possibili difficoltà nel collocare i vari recuperi, legati in determinati casi anche alla disponibilità delle arene.

Loading…
Loading…

In A2, il problema è legato sia alla necessità di finire i due gironi con i recuperi che alla disputa della fase a orologio incrociata, oltre che naturalmente dei playoff. E non va dimenticata nemmeno la Coppa Italia di categoria rinviata, un fattore che si unisce a quello della Serie B.

A1 e A2 femminile hanno anch’esse numerosissimi rinvii da gestire, come pure quello che diventa l’automatico rinvio anche della Coppa Italia di A1, originariamente prevista a Lucca dal 2 al 4 aprile e già protagonista di altri spostamenti (e polemiche sfiorate). La riorganizzazione, però, appare in questo caso più fattibile, considerando che i Preolimpici si sono giocati a febbraio.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo