Pubblicato il: 14 Gennaio 2020 alle 10:19 pm

Basket: Venezia vince il derby di EuroCup 2020 con la difesa, Brescia alla prima sconfitta nella seconda giornata delle Top 16

L’Umana Reyer Venezia porta a casa la seconda partita del girone B nelle Top 16 di EuroCup 2019-2020, conquistando la prima vittoria in questa seconda fase. A fare le spese della formazione di Walter De Raffaele, nel primo dei due derby italiani tra le due squadre, è la Germani Brescia, sconfitta in modo molto netto nella modalità più che nel punteggio (68-60) e raggiunta a quota 2 punti in classifica. Migliori realizzatori per la Reyer sono Jeremy Chappell (19 punti), Mitchell Watt (15) e Michael Bramos (11). Per gli uomini di Vincenzo Esposito, invece, 13 di Andrea Zerini, 12 di Awudu Abass e 11 di DeAndre Lansdowne.

Il match parte subito sui binari preferiti della squadra di casa, che con tanta difesa quasi impediscono agli ospiti di segnare, concedendo loro soltanto quattro punti nei primi sei minuti. La Reyer gira bene nel suo complesso e va sul 12-4, trovando in Chappell il trascinatore principale e l’uomo del 17-6 a 2’59” dalla fine del primo quarto. La Germani riesce a trovare da Zerini, Lansdowne e Silins i punti del -6 (19-13), poi un libero di Vidmar fissa il risultato sul 20-13 a fine primo quarto.

La squadra di coach Esposito approfitta di tre minuti senza canestri della Reyer, e con il blocco italiano Abass-Sacchetti-Zerini si porta fino al -1 (20-19). Comincia però il momento Bramos, che in una fase sempre di scarsa vena realizzativa da parte delle due squadre riesce a invertire la tendenza in favore di Venezia: diventa la Germani quella quasi incapace di segnare nel resto del tempo, il che lascia ai padroni di casa un ampio margine per volare sul +11 (33-22) all’intervallo.

Nel terzo quarto è Venezia a prendere la via della fuga: Chappell diventa un rebus per la difesa bresciana, Watt si prende il pitturato e senza tanti problemi gli uomini di coach De Raffaele arrivano sul +16 (50-34) a 2’37” dalla penultima sirena, comandando in ogni aspetto del gioco. Brescia è sostanzialmente incapace di trovare una soluzione ai problemi posti dalla Reyer, che senza troppe difficoltà arrivano a dieci minuti dal termine sul 54-38.

Loading…
Loading…

Il carattere degli ospiti, però, emerge nell’ultimo periodo. Dopo aver subito la tripla di Bramos del -19, infatti, Brescia cerca di ricucire lo strappo con convinzione, riportandosi con gli italiani e Cain sul -12 (62-50) con ancora metà quarto da giocare. Dopo che anche Abass firma il -10 (64-54), ci pensano però De Nicolao e Watt a ristabilire le distanze (68-54). Abass, però, non si arrende e porta i suoi sul -8 (68-60); Vitali avrebbe anche la tripla del -5, ma non la manda a bersaglio. Chappell ci prova per aumentare il vantaggio in eventuale proiezione doppio confronto, ma non ci riesce: il punteggio finale resta immutato.

UMANA REYER VENEZIA-GERMANI BRESCIA LEONESSA 68-60 (20-13, 33-22, 54-38)

VENEZIA – Udanoh 2, Stone 5, Bramos 11, Tonut, Daye 4, De Nicolao 8, Filloy, Vidmar 4, Chappell 19, Mazzola, Pellegrino ne, Watt 15. All. De Raffaele

BRESCIA – Zerini 13, Warner 5, Abass 12, Cain 4, Vitali, Laquintana 1, Lansdowne 11, Silins 6, Guariglia, Horton ne, Moss 3, Sacchetti 5. All. Esposito

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo