Pubblicato il: 13 Dicembre 2019 alle 3:31 pm

F1, Ferrari e il rebus piloti per il 2021: chi sostituirà Vettel? Sogno Hamilton, ipotesi Sainz, suggestione Shumacher

La Ferrari ha archiviato una stagione negativa in cui soltanto in alcune occasioni è riuscita a tenere testa alla scatenata Mercedes, le Rosse non sono mai state in grado di lottare per il titolo iridato e ora bisognerà lavorare alacremente per preparare una monoposto all’altezza della situazione per il prossimo anno. Il 2020 deve rappresentare la stagione del riscatto per il Cavallino Rampante, l’obiettivo è quello di riportare a casa il Mondiale F1 dopo addirittura 13 anni di digiuno (l’ultimo trionfo risale ai tempi di Kimi Raikkonen nel 2007). La Scuderia di Maranello deve però iniziare a pensare anche al 2021 quando entrerà in vigore un nuovo regolamento rivoluzionario e quando al volante delle due vetture potrebbero esserci dei nuovi piloti.

Charles Leclerc sarà confermatissimo salvo cataclismi ma accanto al monegasco non dovrebbe più esserci Sebastian Vettel, il tedesco è in scadenza di contratto e un prolungamento appare molto improbabile anche perché non ha ottenuto i risultati sperati con la Ferrari. A indossare il rosso potrebbe essere davvero Lewis Hamilton: il sei volte Campione del Mondo potrebbe accettare la corte di Maranello, lo farebbe col sogno di conquistare il titolo iridato con la terza scuderia differente e per entrare ancora di più nella leggenda di questo sport. L’operazione è però molto difficile, sia a livello economico che tecnico: il britannico lascerebbe davvero un team vincente per sposare l’ignoto?

Respinto Max Verstappen dopo che l’olandese ha dichiarato la Ferrari di barare, si è parlato recentemente dello spagnolo Carlos Sainz che ha fatto benissimo con la McLaren negli ultimi anni. Potrebbe essere un’ipotesi plausibile anche perché delle voci dalla Spagna parlano di un clamoroso approdo di Sebastian Vettel proprio alla McLaren nel 2021 e dunque ci potrebbe essere un cambio di sedile. Non è scartata l’opzione Antonio Giovinazzi col fascino di avere un pilota italiano a Maranello ma il pugliese deve alzare notevolmente il livello delle sue prestazioni in Alfa Romeo. La suggestione Mick Schumacher, figlio del mitico Michael, appare al momento poco realizzabile perché il tedesco non sembra ancora pronto per approdare nella massima categoria automobilistica.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse