F1, Renault e i suoi problemi: causa della chiusura della galleria del vento per più di un mese?

 
 
   

La Renault sta attraversando un momento difficile nel Mondiale F1, c’è stata un’involuzione negli ultimi mesi e il CEO Cyril Abiteboul ha dichiarato che lo sviluppo aerodinamico della RS19 è stato rallentato perché la galleria del vento di Enstone è rimasta chiusa per oltre un mese, periodo durante il quale si è svolto un aggiornamento.

Lo stesso Abiteboul ha affermato a motosport.com: “Conosciamo il problema: le attuali ali anteriori sono super sensibili, il modo in cui influenzano il lavoro della carrozzeria del fondo è tale che va analizzato con cura in galleria del vento. La galleria del vento è stata ferma ben più della prevista sosta estiva. E sebbene la cosa abbia provocato un ritardo sui progetti che stiamo portando avanti, abbiamo ritenuto l’intervento come un importante investimento. Lo stop è stato avviato prima delle vacanze estive ed è stato completato dopo, quindi significa che abbiamo perso quasi un mese nel quale non abbiamo assolutamente utilizzato la galleria del vento. Con l’avvicinarsi delle regole 2021, dovevamo essere pronti a tutto, anche se ciò significava sacrificare parte dello sviluppo della monoposto di quest’anno“.

Ricordiamo che in Renault ci si sta chiedendo se ha senso proseguire l’avventura in F1 visti i costi elevati e attualmente la scuderia è sotto attacco dalla Racing Point che ha presentato un reclamo ritenendo che la vettura transalpina disponga di un particolare sistema di frenata che si aziona senza l’intervento del pilota ma sfruttando il GP che riconosce l’esatta posizione in pista.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI