Fagioli in Procura: “Non ho mai scommesso su falli e gialli: è contro la mia etica”

Nicolò Fagioli

Nicolò Fagioli

Fagioli, le dichiarazioni rilasciate alla Procura FIGC

Nicolò Fagioli ha reso le sue dichiarazioni alla Procura FIGC e l’edizione odierna del Corriere della Sera riporta le parole rese davanti al procuratore Chiné:

Fagioli:

“Esistono le scommesse sui falli e ammonizioni, mi è stato proposto ma io assolutamente non ho accettato perché contrario alle mia etica e comunque sarei stato scoperto perché esistono delle segnalazioni rispetto ai picchi di scommesse”. E allora quale tipo di scommessa piazzava? “La mia scommessa tipo era sulla vincente e/o su under-over. Non ho mai scommesso sul nome del marcatore o sul risultato esatto”.

Prosegue il giocatore: “Scommettevo sui siti illegali perché, all’inizio, facevano credito. A settembre 2022 avevo accumulato un debito di 250mila euro”. Salito poi addirittura a 3 milioni di euro. Ed è proprio per questo che il centrocampista della Juventus ha dovuto trovare un escamotage per ripagarlo, almeno in parte: “Ogni tanto, per restituire almeno in parte queste somme provvedevo ad acquistare a Milano degli orologi Rolex. Pagavo con bonifico. Gli orologi alcune volte li ho consegnati io, altre volte passavano i titolari delle piattaforme e li ritiravano presso la gioielleria”.

 

Nicolò Fagioli

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI  CLICCA QUI

Garcia starebbe valutando un cambio di modulo per Verona-
Napoli passando al 4-3-2-1

Garcia ha scelto il sostituto di Osimhen in vista del Verona

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Chiara Ferragni, la rivelazione: “Sì, Fedez a Sanremo mi ha ferito”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *