L’agente di Fernandez: se arriva un altro difensore centrale, in tal caso…

fernandezL’agente di Federico Fernandez, Gustavo Goni, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Tuttomercatoweb.com a proposito del momento del suo assistito in maglia azzurra: “E’ una grande stagione per lui dal punto di vista personale, ha conquistato il posto da titolare in azzurro e adesso vuole alzare al cielo la Coppa Italia e conquistare il Mondiale che sarebbe la ciliegina sulla torta. Il mio assistito è ovviamente soddisfatto di aver conquistato l’attenzione di un grande tecnico come Benitez, il quale nutre molta fiducia nei suoi riguardi. Quest’anno ha finalmente avuto la grande occasione di mettersi in mostra, situazione che in passato non era avvenuta. Contro l’attuale tecnico dell’Inter non c’è nulla, ma era ingiusto che Federico, titolare della nazionale argentina, non avesse l’occasione di mettersi in mostra al San Paolo. Fernandez non si è mai abbattuto, ha atteso il suo momento facendo bene durante il prestito al Getafe prima di tornare in Italia. Con Benitez è tutto cambiato, lo spagnolo ha sempre manifestato stima e fiducia nei confronti di Federico. Dall’altra parte il giocatore ripagato l’allenatore con ottime prestazioni dimostrando di essere un centrale adatto al calcio europeo. Ha fatto bene in Serie A, in Champions e in Europa League. Gioca in un grande Napoli. Se teme l’arrivo di un altro centrale difensivo? Assolutamente no, ha lottato per conquistare il posto in squadra e non ha timore di un eventuale nuovo arrivo. Qualora dovesse essere ingaggiato un nuovo centrale, parleremo col club per chiarire la situazione e fare gli interessi di Federico e del Napoli”.

Fonte:areanapoli

Antimo Panfilo

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca senza applausi…

View all posts by Antimo Panfilo →