NBA 2020, i risultati della notte (27 febbraio). 14 di Belinelli non bastano per fermare Doncic. I 76ers perdono partita ed Embiid

Nove incontri in questa notte di NBA, con in campo una buona fetta delle franchigie più quotate del momento e tanti scontri di livello in proiezione playoff. Andiamo rapidamente a scoprire quanto accaduto sui parquet di mezza America.

A poche ore dalla sospensione a tempo indeterminato di Malik Monk per violazione del programma antidroga, in casa Charlotte Hornets si respira aria di vittoria, che arriva per 107-101 contro i New York Knicks con 26 punti di Terry Rozier, 21 di Devonte’ Graham e l’intero quintetto in doppia cifra. Per i Knicks 17 di Bobby Portis e 15 di Allonzo Trier. I Philadelphia 76ers, nella trasferta alla Rocket Mortgage FieldHouse, casa dei Cleveland Cavaliers fino al 2019 conosciuta come Quicken Loans Arena, non solo perdono la partita per 108-94 (28 di Collin Sexton, doppia doppia per Larry Nance Jr. e Tristan Thompson), ma si ritrovano a dover fare i conti con un infortunio a Joel Embiid, che ha la peggio in uno scontro con Ante Zizic e deve uscire dopo 8 minuti. Le prime notizie che arrivano dalla franchigia parlano di distorsione acromioclavicolare.

I Washington Wizards vincono una partita davvero altalenante con i Brooklyn Nets per 110-106, mettendo fine a una serie di tre sconfitte di fila. Decisiva, nel finale, una tripla di Jerome Robinson. 30 i punti di Bradley Beal, mentre dall’altra parte non bastano i 34 di Caris LeVert e i 16 con 16 rimbalzi di DeAndre Jordan. Gli Orlando Magic vincono sul campo degli Atlanta Hawks per 120-130 grazie a un’ottima prova di Evan Fournier (28 punti) e di Aaron Gordon (25 con 10 rimbalzi), vanificando i 37 di Trae Young.

A poche ore dalla firma per la stagione di Jeff Green, che realizza subito 11 punti, gli Houston Rockets travolgono senza problemi i Memphis Grizzlies, che hanno invece perso per due settimane Brandon Clarke per infortunio alla gamba destra. Nel punteggio finale di 140-112 si distinguono i 33 punti di Russell Westbrook (con 9 rimbalzi e 8 assist) e i 30 di James Harden, ma in doppia cifra vanno in 7, con anche i 23 di Austin Rivers. A mangiarsi le mani, invece, sono i Miami Heat, che perdono in volata per 126-129 contro i Minnesota Timberwolves sprecando un vantaggio di 12 punti a 5 minuti dal termine. Decisivo il canestro del sorpasso di Jordan McLaughlin, oltre alla stoppata di D’Angelo Russell (27 punti) su Jimmy Butler (18). Per gli Heat top scorer Kendrick Nunn con 24.

Loading…
Loading…

Per i Dallas Mavericks, che devono fare a meno di Jalen Brunson per quattro gare per infortunio alla spalla, contro i San Antonio Spurs è il giorno della tripla doppia numero 13 in stagione e numero 21 in carriera per Luka Doncic, che scrive 26-10-14 nel 103-109 finale. Anche Kristaps Porzingis è protagonista con 28 e 12 rimbalzi, mentre in casa Spurs, oltre ai 27 di DeMar DeRozan, ci sono i 14 con 8 rimbalzi in 21 minuti di un validissimo Marco Belinelli. I Los Angeles Clippers si riprendono da un primo quarto in cui chiudono sotto di 8 per battere 92-102 i Phoenix Suns, facendo affidamento sui 24 punti e 14 rimbalzi di Kawhi Leonard; dall’altra parte 25 e 17 per DeAndre Ayton. Per i Boston Celtics, che hanno ancora fuori Kemba Walker, arriva la vittoria per 103-114 in casa degli Utah Jazz, con 33 punti e 11 rimbalzi di un ispirato Jayson Tatum a neutralizzare i 37 di Donovan Mitchell.

Questi i risultati della notte NBA:

Charlotte Hornets-New York Knicks 107-101
Cleveland Cavaliers-Philadelphia 76ers 108-94
Washington Wizards-Brooklyn Nets 110-106
Atlanta Hawks-Orlando Magic 120-130
Miami Heat-Minnesota Timberwolves 126-129
Houston Rockets-Memphis Grizzlies 140-112
San Antonio Spurs-Dallas Mavericks 103-109
Phoenix Suns-Los Angeles Clippers 92-102
Utah Jazz-Boston Celtics 103-114

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Pubblicato alle 7:52 am