NBA, Lebron James parla della prima volta che ha incontrato Michael Jordan: “Non potevo crederci, lui era come Gesù Cristo per me”

La prima volta che l’ho visto non potevo crederci. Era un uomo vero, in carne e ossa. Io pensavo che esistesse solo alla TV, nelle partite di basket e negli spot pubblicitari“. Con queste parole, in un’intervista con Uninterrupted, Lebron James racconta il suo primo incontro, avvenuto nel 2001, con Michael Jordan. Il Prescelto, in seguito, ha proseguito: “Rimasi a bocca aperta, davvero, era come vedere Gesù Cristo. Per me lui era il Gesù nero. Ai miei occhi non c’era alcuna differenza tra lui e Gesù“.

La leggenda di Michael Jordan, attualmente, è tornata prepotentemente in voga grazie alla serie televisiva The Last Dance. Lebron ha parlato di come sarebbe stato, per lui, giocare insieme a MJ: “Mi sarebbe piaciuto un mondo giocare con lui. L’intesa tra noi sarebbe stata meravigliosa. Le mie caratteristiche si sarebbero sposate perfettamente con le sue. Allo stesso tempo, però, avrei amato giocare contro di lui e tutti gli altri Bulls dei due three-peat“.

Loading…
Loading…

Infine, Lebron, ha raccontato di quando ha diviso il campo con il più grande giocatore di basket di tutti i tempi: “Ho giocato con Jordan nell’estate del 2003, dopo essere stato scelto al draft NBA, a un camp che lui aveva organizzato a Santa Barbara. Eravamo in squadra insieme e abbiamo diviso il campo per un’ora circa. Ovviamente abbiamo vinto il match“.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse