Nuova svolta nella lotta alla pirateria, da Juventus-Napoli in poi i clienti possono essere individuati

Gaetano Napoli

Lotta alla pirateria, da Juventus-Napoli in poi ci sarà una nuova svolta

Juventus-Napoli sarà non solo una gara importante sul piano sportivo, ma segnerà un punto di svolta alla lotta alla pirateria. Come annunciato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, si aprirà un nuovo fronte su chi usufruisce e fornisce il servizio di streaming illegale. Ecco quanto riportato dalla rosea:

“Il conto alla rovescia è quasi finito e la data “giusta” dovrebbe essere venerdì 7 dicembre. Il Decreto Legge Caivano, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 14 novembre, prevede che la piattaforma necessaria a bloccare i siti illegali sia operativa a partire dal giorno in cui a Torino si giocherà Juve-Napoli. Una bella notizia nella lotta alla pirateria. Il processo per cominciare a indebolire la rete criminale, dunque, è a un punto di svolta: quando sarà pienamente operativa la piattaforma permetterà di bloccare gli IP illegali entro 30 minuti dalla loro individuazione e consentirà alla Guardia di Finanza e alla Polizia postale di risalire alle persone che fruiscono illecitamente dei contenuti. Questo iter è obbligatorio per combattere la criminalità più sofisticata e pericolosa, quella che opera attraverso hacker capaci di rubare il segnale tv dalle più importanti realtà internazionali. Chi fruisce di contenuti sportivi e di intrattenimento in maniera illegale non sa che i suoi dati, condivisi per acquistare un abbonamento pirata, possono essere poi facilmente utilizzati, per esempio, per prelievi dai propri conti correnti e pagamenti non autorizzati. Oltre a incorrere in denunce penali e in multe, chi frequenta i siti pirata mette dunque a rischio la propria identità digitale, usa sul proprio smartphone o pc un servizio gestito da hacker e compromette i propri dispositivi, con il rischio di diventare destinatari di truffe”.

Fonte immagine in evidenza: flickr.com

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI  CLICCA QUI

Capello: “Meret il migliore del Napoli, peccato per l’errore”

Napoli, Anguissa giocatore chiave: la sfida di ieri lo ha dimostrato

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Mauro Corona: “Mi sono innamorato da vecchio. Ora so cos’è l’eros venerando, senza più l’aggressività del camoscio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *