QUESTIONE DI MODULI: Napoli – Milan, decisivo sarà il possesso palla

 
 
QUESTIONE DI MODULI
   

Sabato alle 20:45, allo stadio San Paolo, andrà in scena la sfida tra Napoli e Milan valida per la 2° giornata di Serie A. Sicuramente sarà una partita spettacolare visto che si affronteranno due squadre abituate a giocare per vincere, senza eccessivi tatticismi. Napoli e Milan giocano un calcio europeo, basato sul possesso palla, su continui scambi in velocità e sui tagli degli esterni.

Vincenzo Montella, oltre agli infortunati Bertolacci e Zapata e allo squalificato Paletta, non avrà particolari problemi di formazione. Il tecnico rossonero in questi anni, prima a Catania e poi a Firenze, ha mostrato tutta la sua duttilità dal punto di vista tattico, può far giocare la sua squadra con vari moduli, dal 3-52 al 4-3-3 o al 4-3-1-2, schemi che variano in base agli avversari affrontati. Contro gli azzurri si affiderà al 4-3-3 con Donnarumma in porta; Abate, Gomez, Romagnoli e De Sciglio a formare il quartetto difensivo; Kucka, Montolivo e Bonaventura a centrocampo; Suso, Bacca e Niang in attacco.

Il Milan proverà a prendere possesso del centrocampo, facendo leva sulla tecnica dei vari Montolivo e Bonaventura, veri maestri del possesso palla e delle rapide verticalizzazioni per lanciare i velocissimi Niang e Bacca. Il colombiano sarà la vera spina nel fianco della difesa azzurra, soprattutto se sarà la stessa vista con il Pescara.

Dal canto suo Sarri schiererà il Napoli con il consueto 4-3-3 con Reina in porta; Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam in difesa; Allan, Jorginho e Hamsik a centrocampo; Callejon e Mertens (in ballottaggio con Insigne) a supporto di Milik (in ballottaggio con Gabbiadini).

Il Napoli dovrà pressare i portatori di palla, prestando molta attenzione a non scoprirsi troppo per evitare i rapidi contropiedi di Niang e soprattutto Bacca, vero crack delle difese avversarie. Jorginho e Hamsik dovranno sbagliare il meno possibile e cercare di non farsi ‘imprigionare’ dal fitto e continuo possesso palla dei centrocampisti rossoneri. Massima attenzione, infine, sui calci da fermo: il Napoli deve arginare gli abili saltatori del Milan, Kucka e Romagnoli.

Conquistare la vittoria sarà fondamentale perché permetterà ai partenopei di lasciarsi alle spalle le polemiche dell’ultimo periodo.

FABIO SORRENTINO

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Avatar

About Fabio Sorrentino

Il Napoli è la mia unica fede