QUESTIONE DI MODULI: Napoli – Milan, decisivo sarà il possesso palla

QUESTIONE DI MODULI

QUESTIONE DI MODULI

Sabato alle 20:45, allo stadio San Paolo, andrà in scena la sfida tra Napoli e Milan valida per la 2° giornata di Serie A. Sicuramente sarà una partita spettacolare visto che si affronteranno due squadre abituate a giocare per vincere, senza eccessivi tatticismi. Napoli e Milan giocano un calcio europeo, basato sul possesso palla, su continui scambi in velocità e sui tagli degli esterni.

Vincenzo Montella, oltre agli infortunati Bertolacci e Zapata e allo squalificato Paletta, non avrà particolari problemi di formazione. Il tecnico rossonero in questi anni, prima a Catania e poi a Firenze, ha mostrato tutta la sua duttilità dal punto di vista tattico, può far giocare la sua squadra con vari moduli, dal 3-52 al 4-3-3 o al 4-3-1-2, schemi che variano in base agli avversari affrontati. Contro gli azzurri si affiderà al 4-3-3 con Donnarumma in porta; Abate, Gomez, Romagnoli e De Sciglio a formare il quartetto difensivo; Kucka, Montolivo e Bonaventura a centrocampo; Suso, Bacca e Niang in attacco.

Il Milan proverà a prendere possesso del centrocampo, facendo leva sulla tecnica dei vari Montolivo e Bonaventura, veri maestri del possesso palla e delle rapide verticalizzazioni per lanciare i velocissimi Niang e Bacca. Il colombiano sarà la vera spina nel fianco della difesa azzurra, soprattutto se sarà la stessa vista con il Pescara.

Dal canto suo Sarri schiererà il Napoli con il consueto 4-3-3 con Reina in porta; Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam in difesa; Allan, Jorginho e Hamsik a centrocampo; Callejon e Mertens (in ballottaggio con Insigne) a supporto di Milik (in ballottaggio con Gabbiadini).

Il Napoli dovrà pressare i portatori di palla, prestando molta attenzione a non scoprirsi troppo per evitare i rapidi contropiedi di Niang e soprattutto Bacca, vero crack delle difese avversarie. Jorginho e Hamsik dovranno sbagliare il meno possibile e cercare di non farsi ‘imprigionare’ dal fitto e continuo possesso palla dei centrocampisti rossoneri. Massima attenzione, infine, sui calci da fermo: il Napoli deve arginare gli abili saltatori del Milan, Kucka e Romagnoli.

Conquistare la vittoria sarà fondamentale perché permetterà ai partenopei di lasciarsi alle spalle le polemiche dell’ultimo periodo.

FABIO SORRENTINO