Tennis, ATP Vienna 2019: Matteo Berrettini supera un problema alla caviglia e batte in rimonta Kyle Edmund al 1° turno

 
 
   

 

Nel primo turno dell’ATP 500 indoor di Vienna Matteo Berrettini riesce a superare la paura di un possibile infortunio alla caviglia destra e ha la meglio alla distanza sul britannico Kyle Edmund col punteggio di 3-6 6-3 6-4.

Il primo a fronteggiare palle break è Berrettini, due nel corso del quartto game: annulla la prima con un ace ma sulla seconda mette in rete un dritto. Sul 4-2 30-0 servizio Edmund, Matteo inciampa sulla caviglia destra e si ferma, chiama il fisioterapista il quale però non ritiene opportuno ricorrere al medical timeout. Si riprende a giocare e sul 5-3 Edmund deve salvare una palla break e imita il romano facendolo con un ace, per poi conquistare i due punti che gli garantiscono il primo parziale in 38 minuti di gioco.

Per fortuna Berrettini salva tre palle break nel primo gioco del secondo set, l’ultima delle quali grazie a un regalo di Edmund. Matteo fa sempre molta fatica a tenere il servizio facendolo una volta ai vantaggi, una salvandosi da 15-30 e una da 0-30 ma poi è il numero 75 del mondo a subire il break nell’ottavo game dopo aver ceduto solo tre punti in tre turni di servizio, l’azzurro nel gioco successivo chiude la pratica del secondo parziale con un dritto vincente in 42 minuti di gioco.

Il problema alla caviglia per Berrettini sembra fortunatamente e definitivamente superato e il 24enne nativo di Johannesburg, numero 14 del mondo un anno fa, deve annullare ancora due palle break nel terzo gioco del parziale decisivo ma sulla terza non può nulla perché Matteo da fondo campo è tornato se non quello dei giorni migliori, di sicuro molto vicino, e ricomincia anche ad avventurarsi nei pressi della rete. Non ci sono più break e nemmeno palle break fino alla fine, il 23enne romano si impone dopo due ore e 6 minuti di match chiudendo con un dritto vincente.

Loading…
Loading…

Ora Berrettini, virtualmente numero 9 del mondo per il forfait del giapponese Kei Nishikori che ha chiuso forzatamente la sua stagione, affronterà il vincitore tra il bulgaro Grigor Dimitrov e il bosniaco Damir Dzumhur, mentre il britannico è all’ottava sconfitta consecutiva, la sua ultima vittoria risale al primo turno del Masters 1000 di Montreal di due mesi fa contro l’australiano Nick Kyrgios.

massimiliano.valle@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lev Radin / Shutterstock