BERRETTI CASERTANA- E’ stato bello lo stesso, intanto quale futuro in casa rossoblù?

berretti casertana
   

Berretti Casertana: dopo il pesante 1-4 casalingo dell’andata i falchetti di mister Troise sono di scena in Toscana nel return match contro l’Arezzo

Non ce l’ha fatta la Casertana. Compito difficilissimo quello dei falchetti che, alla vigilia della gara di ritorno, erano chiamati a ribaltare l‘1-4 casalingo dell’andata. Nonostante ciò, allo stadio Comunale “Città di Arezzo” contro i toscani padroni di casa la compagine rossoblù gioca un primo tempo gagliardo senza subire la superiorità degli avversari. Nei primi minuti è solo Arezzo che in più occasioni, e sempre dal lato sinistro, cerca la rete del vantaggio ma senza fortuna. Al 5′ i granata realizzano l’1-0 con Bernardini che tutto solo in area non sbaglia. Passano i minuti e ancora i toscani si rendono pericolosi ma il risultato non aumenta. Dal 18′ è solo Casertana; ci prova il classe ’98 Filogamo con un tiro forte ed insidioso dalla distanza ma l’estremo difensore toscano c’e’ e devia in corner. Al 28′ tocca a Loreto Perfetto battere una punizione che termina di pochissimo fuori. Nei minuti finali della prima frazione di gioco si accende il match; prima è l’Arezzo che colpisce un legno, poi sono gli ospiti che trovano il pareggio con un bellissimo tiro di Castaldo con la palla che va sul palo e sbatte sul portiere granata provocando il più classico degli autogol. Termina 1-1 il primo tempo.

Nella ripresa tra il 54′ e il 57′ l’Arezzo trova due reti; la prima con Borsi che gonfia la rete sfruttando un ottimo assist da destra, la seconda con Benucci straordinario a saltare come birilli tre avversari e siglare il 3-1 per i padroni di casa. La Casertana non demorde e prova più volte la conclusione dalla distanza ma la palla non entra. Al 78′ è il neo entrato Di Franco, autore del gol nel derby di Benevento, che scappa via in area toscana e fa 3-2. Nel finale l’Arezzo resta in 10 per l’espulsione di Bozzi ma, pur in inferiorità numerica, trova la forza di realizzare il poker con Dai Pra. Finisce la gara con l’Arezzo che in due gare rifila otto reti alla Casertana in una sfida che ha premiato sicuramente i più forti. Dal 9 all’ 11 Giugno la formazione di mister Alessandria parteciperà alle final four scudetto che si terranno al Salaria Village Sport di Roma. (clicca qui per accoppiamenti semifinali).

In casa rossoblù ci si interroga ora sul futuro. Mister Troise sembrerebbe ai saluti in quanto dovrebbe sedere o sulla panchina della Primavera del Benevento o su quella della Primavera del Bologna ma attenzione ad una promozione, seppur difficile, in prima squadra alla Casertana. Infatti, i dirigenti hanno già dimostrato in passato di voler credere in allenatori giovani ed ambiziosi, e Troise rispecchierebbe il profilo giusto. Per quanto riguarda il parco giocatori ci sarà chi verrà ceduto in prestito per accumulare esperienza, qualcuno potrebbe essere svincolato mentre altri ancora dovrebbero tornare a Benevento (fine prestito) per disputare il campionato Primavera con i giallorossi. Considerato tutto ciò si stabilirà lo “zoccolo duro” dal quale ripartire per dar vita ad una Berretti rossoblù che, nella prossima stagione, dovrà essere ancora più forte. Infine, si resta tutti in attesa di capire quali progetti Vigorito riserverà alle giovanili della Casertana per poi tracciare le linee guida della stagione.

FORMAZIONI AREZZO-CASERTANA 4-2

AREZZO: Garbinesi; Bernardini, Bonfini, Pauselli; Minocci,  D’Abbrunzo, Bozzi, Rampelli; Bismark; Borsi, Benucci. A disp: Maffetti, Testi, Kouadio, Brunetti, Zammuto, Galantini, Arcaba, Dai Pra, Iacuzio, Magara, Romagnoli. Allenatore: Antonio Alessandria.

CASERTANA: Signoriello; Zanfardino, Avella, D’Ursi, Cesarano; Maietta, Sorrentino, Perfetto; Filogamo,  De Filippo. A disp: Barbaro, Iazzetta, Zaccariello, Senzio, Kevin Giorgio, Ingenito, Di Franco, CastaldoAllenatore: Emanuele Troise.

MARCATORI:  5′ Bernardini, 45′ aut. Garbinesi;  54′ Borsi, 57′ Benucci, 78′ Di Franco, 83′ Dai Pra. Espulso Bozzi all’ 81′

Piero Vetrone