ADL: “Stiamo distruggendo il calcio, dobbiamo cambiare tutto!”. Ecco le proposte del presidente del Napoli

   
   

Aurelio De Laurentiis, nel pre-partita della gara contro il PSG, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano francese ‘Le Parisien‘. Il patron del Napoli,in particolare, si è soffermato sulle condizioni attuali del calcio europeo, denunciando un disinteresse delle nuove generazioni nei confronti di tale ambito e proponendo alcune soluzioni per risolvere la questione:
“Il calcio è un settore importante. Senza i freni messi in atto dalla FIFA e dalla UEFA, che risalgono all’ antichità, avrebbe ancora più valore. Dobbiamo guardare al futuro, perché oggi i giovani si preoccupano dei videogiochi. Stiamo affondando adesso, stiamo distruggendo il calcio. Vedrai che tra otto anni, i bambini nati da poco non si cureranno del calcio. È colpa nostra, siamo dei vecchi idioti. Ci sono giochi noiosi! Le partite di calcio sono troppo lunghe, ti addormenti. Devi giocare due metà di 30 minuti, con una pausa di due o tre minuti al centro di ciascuno. A cosa serve l’allenatore se non a comunicare con i suoi giocatori? Non sono tutti come Ancelotti. Vedete, c’è il signor Sarri, così (ndr. disegna schemi di gioco imitando il tecnico del Chelsea).
Dobbiamo cambiare tutto. Perché l’Europa non funziona? Dovrebbe essere l’Europa di Inghilterra, Francia, Italia, Germania e Spagna e basta. La stessa cosa per il calcio. Se fai un campionato di cinque nazioni invece della Champions League, con i primi quattro club di ogni campionato, ci sarebbero 20 squadre. Facciamo solo una partita secca, senza andata e ritorno. Il sorteggio indica semplicemente se la partita è in casa o fuori casa. Il martedì, il mercoledì e il giovedì, si parteciperebbe a questa nuova competizione. Sabato, domenica e lunedì, si gareggerebbe, invece, per i campionati nazionali. Questa nuova competizione porterebbe 10 miliardi di euro“.

Fonte: LaGazzettaDelloSport

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *