Calciomercato Napoli, Il Mattino: “De Laurentiis vuole Keita. Discorsi aperti anche Conti, Kessié e Mario Rui”

   

L’edizione odierna de Il Mattino anticipa alcune mosse di calciomercato sul Napoli

Una chiacchierata per Keita c’è già stata. Ma per capire se l’operazione decollerà sul serio occorre aspettare il vertice tra i due numeri uno: De Laurentiis e Lotito. Non tarderà, anche se Napoli e Lazio già si stanno dando da fare per arrivare preparati all’appuntamento. Quello che spinge alla riflessione, è la valutazione da circa 20 milioni che il club capitolino dà dell’attaccante senegalese. Una cifra che al momento frena un po’ la trattativa: ma è chiaro che l’età del ragazzo (22 anni) fa sì che il ds Giuntoli abbia da tempo mosso i suoi osservatori per fare il punto sulla situazione. Non c’è fretta, anche le grandi hanno l’obbligo di muoversi con notevole anticipo sul mercato per arrivare a giugno con le idee già chiare. Il Napoli sa che, Ghoulam o non Ghoulam, serve un altro esterno sinistro: e sul taccuino è finito (anzi, è rifinito) il nome di Mario Rui che alla Roma gioca con il contagocce e che invece con Sarri all’Empoli era tra i titolari intoccabili. D’altronde, la Roma deve decidere se esercitare il riscatto con l’Empoli: insomma Giuntoli è alla finestra per capire se l’affare è possibile.

Entrano in una fase cruciale anche le grandi manovre per i gioiellini dell’Atalanta, Conti e Kessié. Le operazioni non viaggiano a braccetto, ma è chiaro che una maxi-offerta per i due aiuterebbe nella conclusione dell’affare. C’è la fila per i due giocatori ed è evidente che la società bergamasca ha tutto l’interesse per scatenare un’asta. In attesa, magari, che spunti un club inglese. Si sa, infatti, che la sterlina, nonostante la Brexit imminente, sono la moneta più pesante nella scacchiera del calcio europeo. Sempre in avanti, riflettori puntati su Milot Rashica, ala destra del Vitesse: 20 anni, capace di indossare nello stesso anno prima la maglia della nazionale dell’Albania e poi quella del Kosovo (ha scelto, alla fine, quest’ultima) sarebbe perfetto come vice Callejon. La valutazione è di circa 6 milioni. Si tratta.

Occhio, perché tra i nomi che faranno capolinea di frequente in estate saranno quelli per il portiere: ne serve almeno uno, se non due. Perché Reina resterà e andrà a scadenza, a meno che non arrivi un cambio di strategia nelle prossime settimane ma serve un vice: Sepe, dopo le brillanti stagioni all’Empoli, ha vissuto un anno da incubo a Firenze e adesso a Napoli. Andrà via. E stesso discorso per Rafael che ha un ingaggio stellare, da 1,1 milioni a stagione. E quest’anno è sceso in campo solo in Coppa Italia. In pole c’è sicuramente Perin del Genoa: del portiere si è già parlato quest’inverno, durante la trattativa per Pavoletti. Ma piace molto anche Neto, attuale riserva di Buffon. Attenzione alle mosse del Chelsea per Koulibaly: se dovesse arrivare un’altra maxi-offerta da 50-60 milioni, difficilmente il Napoli dirà di no come nell’estate scorsa.

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×