Pubblicato il: 14 Settembre 2015 alle 2:49 pm

EUROBASKET – Showtime Italia, dominata Israele 82 – 52

ITALIA-ISRAELE 82-52
L’Italia è nei quarti di finale dell’Europeo, travolge Israele 82-52 e incassa anche il record di realizzazioni in azzurro di un grande Alessandro Gentile, 27 punti con 9/11 dalla lunetta, attaccante inarrestabile per una difesa stranamente molle, contro la quale gli azzurri hanno fatto quello che hanno voluto. Per giocare bene bisogna essere in due, i nostri avversari sono inguardabili ma tanto merito ce l’ha la difesa dell’Italia che non ha mai sofferto se non il talento di Mekel, azzerando completamente Casspi (e qui il merito è ancora di Gentile) permettendo così al nostro attacco di esplodere.

Bargnani dà subito una scossa all’attacco azzurro, Gentile lo segue con un paio di uno contro uno e quando Belinelli estrae la colt per la prima volta oltre la linea da tre, l’Italia è già 12-5. L’atipicità di Israele non ci fa male, Gentile fa un buon lavoro su Casspi e il primo quarto fila via liscio, con il 4/8 azzurro da tre e un impatto difensivo da squadra vera che tiene gli avversari al 31% facendoci chiudere il quarto 22-13. Tocchiamo il +13 (28-15) con Hackett, è il momento di accelerare e invece rallentiamo l’intensità, permettendo a Mekel di guidare la rimonta con con 7 degli 11 punti, a 2, degli israeliani (30-26). Tutto da rifare, tornano Gallinari, Bargnani e Gentile, la cui superiore potenza consiglia di osare in uno contro uno. Ci toglie dal momento critico con 8 punti di fila, sprecando un pochino dalla lunetta, ma chiudendo il primo tempo con 12 punti e 5 rimbalzi. Ma mentre l’Italia sta ricostruendo il vantaggio, Bargnani si infortuna a un polpaccio. Andiamo al riposo sul +10 (40-30). Ma Gentile non ha intenzione di mollare la presa, si abbatte su Israele con una triple e un gioco da tre punti a inizio della ripresa, anche Cinciarini si sgela da tre e l’Italia mette le mani sui quarti di finale con un 19-4 in 6’ che chiude il discorso (59-34).

Italia: Gentile 27, Belinelli 14
Israele: Mekel 20, Eliyahu 12, Casspi 8.

Fonte: Gazzetta.it