FOTO – Giornalisti sudamericani arrestati in Ucraina: “Il tatuaggio di Maradona ci ha salvati”

Giornalisti sudamericani arrestati in Ucraina

Giornalisti sudamericani arrestati in Ucraina

Giornalisti sudamericani arrestati in Ucraina: salvati dal tatuaggio di Maradona

Ultimissime notizie –  Giornalisti sudamericani sono stati arrestati in Ucraina e rilasciati grazie al tatuaggio di Maradona. L’incredibile episodio a lieto fine accaduto ad un gruppo di giornalisti sudamericani.
Protagonista Daniel Matamala, giornalista cileno inviato per Chilevisió, stava attraversando il territorio ucraino insieme al suo gruppo di lavoro quando è stato intercettato dalla Polizia nazionale. Un interrogatorio più lungo del solito per assicurarsi che non si trattasse di spionaggio o illegalità e, dopo alcune ore in questura, ha raccontato di esser stati rilasciati grazie al tatuaggio del mito di Diego Armando Maradona. Di seguito il racconto:

“Oggi, a uno dei controlli stradali, la polizia ha sequestrato i nostri documenti, macchine fotografiche, telefoni e ci ha scortato alla stazione di polizia. I primi interrogatori sono stati tesi: è un paese in guerra e si sospettano spie o sabotatori… Uno degli agenti di polizia ha visto i passaporti dei miei colleghi argentini e ha detto due parole che abbiamo capito: ‘Messi’ e ‘Maradona’. Lì è cambiato tutto. Il nostro grande cameraman ha mostrato di avere un tatuaggio di Diego Maradona sul polpaccio. Con quello, l’atmosfera è cambiata molto e grazie alla mano di Dio e al calcio siamo riusciti ad uscire da quella situazione e ad arrivare (a destinazione) senza problemi. Ci hanno liberati e ci hanno restituito il nostro equipaggiamento. La mano di Dio ci ha salvati. Anche nelle situazioni belliche, di guerra, ci sono anche momenti di un po’ più di relax…”

 

Giornalisti sudamericani arrestati in Ucraina il tatuaggio di Maradona ci ha salvati

 

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI  CLICCA QUI

Retroscena Pioli, il segreto per battere Spalletti: silenzio sul modulo

Criscitiello: “La serie A ha un calcio mediocre. Il livello è bassissimo”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

La Lega punta sulla flat tax e si rischia lo stallo in Commissione Finanze

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.