GIOVANI TALENTI- Tavella, il bomber calabrese che segna nel nome di Marulla

Pietro Tavella, capocannoniere del girone H del campionato Under 15 con la maglia del Cosenza, è pronto al salto di categoria.

Quando sei un ragazzino con la testa sulle spalle, proveniente da una buona famiglia del sud in grado di insegnarti i valori veri della vita, è facile scegliere una passione e associarla a un personaggio pubblico ‘positivo‘. Se poi questo personaggio è un calciatore argentino con un’infanzia alle spalle ‘terribile‘ e un attaccamento viscerale con la propria terra d’origine, ecco che diventa ancora più semplice scegliere il proprio ‘punto di riferimento‘.

La storia che vi raccontiamo oggi è quella di Pietro Tavella, attaccante nativo di Lamezia Terme del 2001′, che quest’anno si è aggiudicato il titolo di capocannoniere del girone nel campionato Under 15. Tavella dà i primi calci al pallone con la squadra della sua città a soli cinque anni senza mai tralasciare gli studi, come dimostra la scelta di frequentare  con ottimi risultati il liceo scientifico, e compie tutto il suo percorso formativo nelle giovanili della città calabrese.

Sarà il compianto Gigi Marulla, tragicamente scomparso a seguito di un infarto, che se ne innamora calcisticamente, forse per la forte somiglianza nelle caratteristiche tecniche, e così decide di portarlo nella sua Scuola Calcio S.S.D. Marca dove il ragazzo potrà mostrare il suo talento. Questo incontro risulterà davvero speciale per Tavella sia a livello personale, perchè rimarrà sempre grato e legatissimo all’ indimenticabile bomber di Cosenza Genoa, sia a livello professionale perchè sarà Marulla a dargli la possibilità di farsi notare nel Torneo di Montecatini. Il ragazzo è bravo però a sfruttare l’occasione, realizzando ben sette reti e vincendo il titolo di capocannoniere nella competizione, attirando su di sè le attenzioni dei diversi talent scout di club importanti presenti all’evento.

Attaccante brevilineo alto centosessantatre centimetri ma dotato di un struttura muscolare robusta,  ha un fiuto del gol straordinario, ma ama anche giocare per la squadra, sia mettendosi al servizio dei compagni sia sacrificandosi in fase di ripiegamento. Parliamo di un destro naturale in grado di partecipare attivamente alla manovra offensiva, che ha come idolo ed esempio calcistico proprio quel  Carlitos Tevez con cui aveva diversi punti in comune.

La prima squadra a muoversi è il  Cosenza  che inviterà subito la S.S.D. Marca a disputare un’amichevole per osservare da vicino il ragazzo e dopo una trattativa ‘lampo‘ Tavella si trasferisce quest’estate nell’Under 15 guidata da mister Attilio Angotti. Il ragazzo quest’anno ha realizzato ben diciannove reti in venti partite di campionato ed è stato in grado di andare a bersaglio contro la capolista del Napoli sia nella gara d’andata a Sant’Antimo, sia nel pirotecnico 3-3 del ritorno (clicca qui per articolo), dove addirittura realizzerà una splendida doppietta.

La stagione da incorniciare viene impreziosita anche dalle due convocazioni da parte del C.T. Antonio Rocca  sia a novembre che a giugno per gli stage dell’ Italia Under 15 (clicca qui per articolo), a dimostrazione della grande considerazione e delle alte aspettative che si sono create intorno al ragazzo.

Tavella è attualmente vincolato al Cosenza da un contratto siglato l’anno scorso della durata quattro più uno e, pur essendo molto affezionato alla sua terra, alla luce del grande campionato appena disputato, è plausibile il suo desiderio di andare a confrontarsi l’anno venturo nel campionato Under 16 A e B. Tante squadre di alto livello, compresi alcuni club campani, sono su di lui e c’è da scommettere che  da qui a fine mese per Tavella saranno giorni davvero ‘bollenti‘…

Marco Lepore

[Best_Wordpress_Gallery id=”99″ gal_title=”Tavella”]

 FONTE FOTO N. 4-7-10: TUCCI PESCATORE 

Marco Lepore

Laureato in Economia Aziendale presso l'Università Federico II dal 2005, ho intrapreso questo percorso da 06/2015. Il principio a cui mi ispiro è: "stay hungry, stay foolish".

View all posts by Marco Lepore →