Higuain e Hamsik, al Franchi va in scena il fattore H!

 
 
   

HAMSIK HIGUAIN 2710IL POKER (di reti) in campionato è un traguardo riservato ai bomber di razza. Gonzalo Higuain lo sa e intende riuscirci: finora non ha mai segnato in quattro partite consecutive in serie A. L’occasione è propizia. Verona, Atalanta (col rimpianto del rigore fallito) e Roma, c’è spazio per continuare ancora. L’argentino, tra l’altro, ha voglia di recuperare il terreno perduto: si è sbloccato e ha messo nel mirino la vetta dei cannonieri occupata da Callejon, che l’anno scorso al Franchi firmò un vero e proprio capolavoro proprio su assist del Pipita.

La premiata coppia spera di ripetersi. Benitez si affiderà a loro per battere a domicilio la Fiorentina e continuare la rincorsa. Contro lo Young Boys, tra l’altro, sono entrati soltanto nel finale e quindi si presentano freschi all’appuntamento cruciale prima della sosta. Merito del turnover contro gli svizzeri che ha consentito a Benitez di far rifiatare molti titolari. In difesa si rivedranno Maggio e Albiol che completeranno il quartetto con Koulibaly e Ghoulam.

In mediana c’è abbondanza: David Lopez ha recuperato e c’è un ballottaggio tra Jorginho e Inler. L’italobrasiliano garantisce un pizzico di qualità in più rispetto allo svizzero che comunque offre solidità. In attacco, invece, spazio alle certezze. Lo sono sia Hamsik sia Insigne, pronto a festeggiare l’imminente convocazione in Nazionale con una prodezza personale considerando che è stato sfortunato con la Roma e in Europa League.

Higuain, invece, pensa insistentemente al poker: nella scorsa stagione ci è riuscito considerando pure la Champions (Chievo, Atalanta, Borussia Dortmund e Milan), ora aspetta la “carta giusta” per sbaragliare la concorrenza al Franchi.

 

Fonte: La Repubblica

 

 

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri