Italia, arriva la tassa Coronavirus sugli scontrini fiscali

Foto Roma Messaggero
   

Italia, arriva la tassa Coronavirus sugli scontrini fiscali

In questa fase due dell’emergenza coronavirus è arrivata una novità sugli scontrini fiscali: la tassa COVID-19.

Questo sovrapprezzo è servito per finanziare i costi nascosti sostenuti dagli esercizi commerciali per utilizzare al meglio, in luoghi dove è necessaria un’igiene approfondita, i numerosi kit monouso per ogni cliente.

Questa tassa COVID-19 è stata denunciata più volte da diversi utenti al Codacons, tant’è che il presidente Carlo Rienzi, in un’intervista al Messaggero, afferma che “Numerosi consumatori hanno denunciato al Codacons un sovraprezzo, mediamente dai 2 ai 4 euro, applicato in particolare da parrucchieri e centri estetici ai propri clienti”. Ma non è finita: sempre Rienzi prosegue dicendo che ci sono casi di “centri estetici che obbligano i clienti ad acquistare in loco un kit monouso costituito da kimono e ciabattine, alla modica cifra di 10 euro”.

Nella fase uno dell’emergenza coronavirus questi esercizi commerciali sono stati rigorosamente chiusi e hanno subito delle perdite, cosicché, oltre ai nuovi clienti, hanno bisogno di recuperare i costi di igienizzazione avanzata al fine di impedire il contagio; ma questa tassa COVID-19 non è piaciuta al Codacons, il quale ricorda ai cittadini che possono avvertire gli uffici di tale associazione al fine di scovare rincari e sovrapprezzi.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Pavia, abbraccia la sua fidanzata per strada: multa di 400 euro

Italia, arriva la tassa Coronavirus sugli scontrini fiscali

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *