L’AVVERSARIO – L’Atalanta di Gasperini, grinta e bel gioco

 
stemma atalanta
   

Il match del lunedì vedrà il Napoli impegnato sul difficile campo della Dea di Bergamo. Atalanta-Napoli chiuderà la 14ma giornata della Serie A.

Quasi al termine del girone di andata la squadra di Gasperini ancora non ha dimostrato quali sono gli obiettivi di stagione. Come già è accaduto nello scorso campionato, l’Europa è alla portata dei nerazzurri ma solo le recenti 4 vittorie consecutive, interrotte bruscamente dalla trasferta di Empoli, portano l’Atalanta a 2 punti dalla zona Europa League. Il campo di Bergamo non è mai stato terra di conquista, ne sa qualcosa l’Inter che è tornata a Milano con un poker da digerire. Tra le grandi anche la Roma si è fermata su uno spettacolare pareggio per 3-3 tra le mura di casa. La stagione dell’Atalanta è iniziata con l’obiettivo di aggiudicarsi un posto nella fase a girone della Uefa Europa League, ma il sogno è sfumato sul campo del Copenaghen ai calci di rigore. L’anticipo della preparazione è di certo una delle cause del “ritardo” in campionato dei bergamaschi. Il mercato è stato caratterizzato dalle cessioni di Caldara, Spinazzola, Petagna e Cristante, mentre sono approdati a Bergamo Duvan Zapata, Reca, Pasalic, Rigoni ed Ali Adnan. Il Napoli, nonostante la distanza di 8 punti e le vittoria di ieri sera della Juventus in casa della Fiorentina, non vuole concedere altro terreno alla capolista. Ancelotti pretende concentrazione e prestazione ad altissimi livelli.

L’Atalanta in campo

Bel gioco e grinta sono caratteristiche tipiche delle squadre di Gasperini, la costante è la difesa a 3 con un modulo che gli gira intorno in base ai calciatori a disposizione ed all’avversario. Nella sfida casalinga contro il Napoli la “dea” dovrebbe scendere in campo con un 3-4-1-2 abbastanza equilibrato con Rigoni trequartista preferito a Pasalic per sopperire all’assenza dell’unico calciatore squalificato Ilicic. Gli indisponibili sono Barrow e  Varnier. La probabile formazione dell’Atalante è la seguente:

(3-4-1-2): Berisha; Mancini, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Rigoni; Zapata, Gomez

A seguito dei leggeri infortuni riportati durante il match di Champions contro la Stella Rossa, Ancelotti concede riposo a Raul Albiol e Mario Rui. Probabilmente la difesa sarà quindi inedita con Malcuit, Maksimovic, Koulibaly e Hysaj spostato sulla sinistra. A centrocampo formazione tipo con Allan ed Hamsik centrali, Callejon e Fabian Ruiz (oppure Zielinski vista la fisicità del match) sulle corsie laterali. In attacco Insigne e Mertens, i quali godono di un momento di forma invidiabile.

Precedenti

I precedenti in Serie A sono 94 tra cui si contano 42 vittorie azzurre, 27 pareggi mentre 25 sono le vittorie bergamasche.

L’arbitro Giacomelli di Trieste dirigerà il posticipo di Serie A. Sono ben 8 le vittorie del Napoli su 11 precedenti.

Mario Scala

La pagina Facebook per seguire tutte le news del calcio in campania

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *