Le pagelle (o quasi) di Empoli Napoli: È meglio a zuppecà ca’ a nun cammenà’

 
 
   

Le pagelle (o quasi) di Empoli Napoli: È meglio a zuppecà ca’ a nun cammenà’

 

Reina 6 – Incolpevole su entrambi i gol subiti, cerca di incitare i suoi con uscite ben più lontano dalla sua area di competenza.

 

Maggio 4.5 – Da suo lato si passa troppo facile, l’ Empoli trova in lui l’anello debole della catena. Sul primo gol ha la responsabilità di aver tenuto in gioco Saponara sul lato opposto, dove Albiol ed Hysaj lo ritenevano ampiamente in offeside. Scetate Vajò

 

Albiol  5 – Poteva fare molto di più dopo solo due minuti, evita di rischiare il rigore su Saponara, che davanti alla porta insacca. Anche sul secondo gol non è immune da colpe, si fa superare ancora da Saponara.

 

Chiriches 5.5 – Non da garanzie al reparto arretrato, probabilmente ha risentito parecchio il suo impegno con la nazionale. Si fa spesso superare da Pucciarelli e con Albiol non si intende mai a meraviglia.

 

Hysaj 5 – L’ Empoli dal suo lato fa fatica a passare, ma continua con la sua politica di prendersi pochi rischi. Non da mai nessun contributo in fase di spinta ed al minuto 80 si fa ammonire e provoca un calcio di punizione pericoloso. Non dimostra ancora di essere da Napoli

 

Allan 6.5 – E’ lui l’autore della seconda rete intercettando in maniera impeccabile il passaggio di Gabbiadini. Fisicamente non è ancora al top, non è ancora il ruba palloni visto ad Udine, ma è sotto gli occhi di tutti la sua costante crescita.

 

Valdifiori 5 –  Viene sempre surclassato dai suoi ex compagni di squadra e da poco contributo nella costruzione di gioco. La condizione fisica non è sicuramente delle migliori infatti dopo un’ora deve uscire con i crampi. Dal 58’ Jorginho 6 – Con il suo ingresso prende forma qualcosa che assomiglia a un centrocampo, si va a prendere la palla da dietro per iniziare la fase di possesso e di palleggio. La sua svolta s’innesta sul gol del secondo pareggio e la squadra finalmente domina il campo.

 

Hamsik 5.5 –   Si fa vedere pochissimo nel primo tempo, sia in fase offensiva che difensiva è inesistente. Cresce nella ripresa, tocca tanti palloni ma non incide assolutamente sul match.

 

Insigne 7  –  Il Gol che realizza è bellissimo, con un tiro al volo dalla distanza punisce Skorupsky.  Si trova bene nel ruolo di trequartista, è l’unica luce del Napoli e tra le linee dà molte preoccupazioni all’Empoli. Dal 72’ Callejon S.V – Pochi i minuti a sua disposizione, con l’Empoli tutto arroccato prova qualche giocata nello stretto.

 

Higuain 6 – Ci prova sempre, ma l’ Empoli difende bene. Quando i toscani provano ad ingabbiarlo si abbassa e svolge il ruolo di regista offensivo. La sua condizione fisica è in netto miglioramento.

 

Gabbiadini 6.5 – I gol del Napoli passano sempre dal suo piede, è lui a dare la palla ad Insigne ed è sempre lui a servire Allan sul secondo gol. E’ probabilmente la migliore spalla per Higuain. Dal 65’ Mertens 6 – Con il suo ingresso si passa al 4-3-3 e sull’esterno può dare sfogo alla sua fantasia.

 

Sarri 5.5 –  L’ Empoli rappresenta quell’evoluzione tattica che Mister Sarri vorrebbe dare a questo nuovo Napoli, giocate a memoria ed aggressività. Un leggero miglioramento si è visto ma c’è ancora tantissimo da lavorare sulla fase difensiva. Qualche modifica di interpreti nel reparto arretrato non guasterebbe,infatti,  nelle prossime uscire sarebbe il caso di provare Hysaj a destra nel suo ruolo naturale e Ghoulam a sinistra. In attacco la squadra funziona meglio, il 4-3-3 del finale di partita può e deve essere una soluzione.

 

 

Antimo Panfilo

ForzAzzurri.net

 

 

Le pagelle (o quasi) di Empoli Napoli: È meglio a zuppecà’ ca a nun cammenà’

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Antimo Panfilo

About Antimo Panfilo

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca senza applausi…