Le pagelle (o quasi) di Lazio – Napoli: ‘O puorco fète vivo e addora mmuorto, e l’auiciello?

 
 
   

Le pagelle (o quasi) di Lazio – Napoli: ‘O puorco fète vivo e addora mmuorto, e l’auiciello?

Reina 5.5 –  Su alcune uscite è troppo indeciso e quando tenta di anticipare Immobile a 35 metri dalla porta si prende troppi rischi che un portiere dovrebbe evitare. Sul Gol subito sicuramente poteva fare di più.

Maggio 6.5  – Inizia con qualche errore di troppo ma poi trova la frequenza giusta e conduce un’ottima gara. Usato sicuro.

Albiol 6.5  – Rappresenta la tranquillità fatta in persona, sempre presente su tutte le chiusure e sempre presente sotto porta in occasione delle palle inattive.

Koulibaly 7 – Corre e riesce a limitare parecchio Immobile che sembra indemoniato, scende spesso palla al piede e realizza una rete di opportunismo, dando il via alla sagra del Gol.

Ghoulam 6 –  Ottima gara in fase offensiva, meno in quella difensiva dove arranca troppo. Nell’occasione della rete subita, si perde De Vrij, lasciandogli via libera per colpire.

Allan 6.5  – Si conferma ancora una volta l’uomo più in forma tra le fila dei partenopei. Sempre nel vivo del gioco ed accompagna ogni azione.

Jorginho 7 – Ad inizio gara è serrato nella marcatura di Luis Alberto e Milinkovic, ma appena si aprono gli spazi inizia a sfornare passaggi di qualità come una catena di montaggio. Freddo sul dischetto in occasione del 1-4.

Hamsik 6.5  –  In ripresa constante di forma, il capitano gioca una buona gara e tante palle passano dai suoi piedi. Il palo gli leva la gioia della prima rete in questo campionato. Dal 72’ Zielinski 6,5 – Entra bene in gara quando il risultato è acquisito e si tratta solo di gestire. Si procura il rigore del definitivo 1-4.

Callejon 7 – Tenta moltissime volte il suo solito taglio ma i difensori avversari sono sempre attenti a non perderlo, Ma quando serve si fa trovare al posto giusto nel momento giusto, soprattutto nell’occasione del 1-2. Dal 85’ Rog S.V. –

Insigne 7 – Parte leggermente scarico, forse anche colpa della marcatura serrata che mister Inzaghi gli ha riservato dal suo lato. Nella ripresa quando si alza il ritmo fornisce tanti palloni telecomandati in area. Colpisce anche un palo da notevole distanza.

Mertens 7.5  – Inizia leggermente imbrigliato nella pesante marcatura difensiva, senza trovare troppo spazio per concludere a rete. Nel secondo tempo la squadra accelera e lui con loro. Al 59’ Si trasforma in un alieno e pennella un tiro nell’angolino alto, riportandoci indietro di 30, quando certe magie le vedevamo fare da Diego Armando Maradona. Dal 82’ Milik S.V. –

Sarri 7 – L’allenatore avversario prepara molto bene la partita, piazzando una marcatura pesante sia su Mertens che su Jorginho, bloccando il rifornimento di palloni al reparto avanzato e limitando la migliore bocca da fuco del gruppo azzurro. Anche sugli esterni crea tanti problemi facendo giocare molto larghi i suoi mandando spesso in difficoltà Maggio e Ghoulam. Mister Sarri chiede ai suoi di alzare il ritmo, e dopo il primo gol realizzato da un difensore si aprono gli spazi e il Napoli in 6 minuti azzanna la preda mandandola totalmente in bambola.

Antimo Panfilo

ForzAzzurri.net

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Antimo Panfilo

About Antimo Panfilo

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca senza applausi…