Mancini sul razzismo: “La situazione sta diventando drammatica. Servono decisioni anche impopolari”

   
   

Il ct dell’Italia, Roberto Mancini ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport. Vi proponiamo alcuni passaggi:

“Il 2018 è finito nel peggiore dei modi per il calcio italiano, ci è scappato di nuovo il morto, stavolta a Milano. La situazione sta diventando drammatica, le istituzioni devono intervenire con decisioni importanti, drastiche, anche impopolari per porre fine a questa collana di morti insopportabili. Non si può morire andando a vedere una partita di calcio.

In Italia non si può entrare in uno stadio senza rischiare una bastonata o una coltellata. E poi il razzismo oggi che anche in Nazionale abbiamo dei giocatori di colore. Manca una vera cultura sportiva, il mondo è cambiato e in troppi non se ne sono accorti. Bisogna che i genitori facciano i genitori e inizino a educare i propri figli. Questa è la base di partenza, poi servono prese di posizioni impopolari.

I buuuu razzisti non hanno senso, non c’è una squadra dove non ci sia un nero, perché allora insultare quelli della squadra avversaria? Fermiamoci, se necessario, fermiamoci noi, come dice Ancelotti se le istituzioni non sono in grado di risolvere questo problema vergognoso”.

Scarica gratuitamente l'App di ForzAzzurri.net

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *