Il Mattino  – “E mo’ vinciamo tutto”. Reina torna e si riprende il Napoli: così lo spagnolo ha rotto il ghiaccio a Castel Volturno

   
   

L’edizione odierna de Il Mattino scrive sul ritorno di Reina a Castel Volturno dopo la vicenda Psg

“A qualcuno aveva detto semplicemente arrivederci eppure un po’ tutti nel ventre del San Paolo erano convinti che fosse un modo per camuffare l’addio. E tra questi c’erano anche i suoi compagni del Napoli e quelli che al suo fianco lavorano mattina e sera. E allora quando Pepe Reina ieri pomeriggio ha fatto la sua apparizione a Castel Volturno è stato un gran vociare: Pepe si è presentato con qualche maglia della Spagna da distribuire e i guantoni che non ha usato né contro l’Italia né contro il Liechtenstein come omaggio a un collaboratore dello staff tecnico.

La voce non è affatto tremula. Al contrario. Reina ha rotto l’imbarazzo del suo ritorno con una fulminante battuta delle sue: «E mo’ vinciamo tutto», ha detto a qualcuno dei compagni. Ma chi lo conosce sa che un po’ emozionato lo era, nonostante facesse sfoggio di continui sorrisi. Perché davvero non sapeva bene se avrebbe rimesso piede nel quartier generale sul litorale domizio quando ha lasciato Napoli per raggiungere Madrid due domeniche fa. E quando, uscendo dal San Paolo, dopo essersi asciugato le lacrime per il saluto dei tifosi, aveva candidamente risposto che non sapeva se era un addio oppure no.

Aveva scelto, però, di lasciare tutto al suo posto: nell’armadietto con la scritta numero 25 e una foto in bianco e nero del papà Miguel (portiere dell’Atletico Madrid nella finale di Coppa dei Campioni del 1974 giocata contro il Bayern di Monaco) ci sono tutti i suoi effetti personali, compresi gli scaldamuscoli. Scruta la folla di vecchi compagni davanti a sé e sorride. Con Maurizio Sarri si apparta per qualche minuto ma quello che si sono detti resta una cosa che rimane tra di loro”.

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri