Salisburgo Napoli, episodio De Ligt ed altro a Marte Sport Live

 
 
Salisburgo Napoli
   

Vigliotti: “Da sabato sera sto studiando come un vecchio universitario perché dopo 48 ore non c’è ancora chiarezza sull’episodio De Ligt

Alcuni opinionisti e giornalisti sono intervenuti a Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live, per parlare di Napoli – Salisburgo, dell’episodio De Ligt e di altro.

Questi i loro pareri riportati da forzazzurri.net:

Mauro Bergonzi, ex arbitro: “Il pallone viene giocato maldestramente da De Ligt e finisce sul braccio in maniera fortuita. Sono d’accordo con Irrati, non è calcio di rigore assolutamente perché il regolamento dice che se c‘è un tentativo di giocata non può essere punito.

Forse poteva andare al monitor l’arbitro per rafforzare la decisione e darne mediaticità, ma se il Var conferma la decisione è anche inutile andare a vedere l’episodio e sono d’accordo con il comportamento di Irrati. 

Turpin è un arbitro già abbastanza quotato, ha disputato molte partire importanti e predilige il dialogo. Salisburgo-Napoli è una gara delicata e per questo è stato designato un arbitro di esperienza”. 

Gianluca Vigliotti, giornalista: “Da sabato sera sto studiando come un vecchio universitario perché dopo 48 ore non c’è ancora chiarezza sull’episodio De Ligt. Juve e Inter hanno un calendario morbido sulla porta mentre il Napoli avrà due scogli da superare: Atalanta e Roma e non potrà sbagliare mai tra campionato e Champions.

Salisburgo-Napoli? Basta non perdere. Il Genk non credo strapperà punti ad altre squadre e quindi il Napoli è costretto a fare risultato anche in casa del Salisburgo. Il Napoli può soffrire il dinamismo della squadra di casa che però regala tantissimo in difesa”.  

Giuseppe Galderisi: “Il Napoli è stato bravo a portarsi a casa una vittoria importantissima contro il Verona che si è mostrata anche al San Paolo una squadra di tutto rispetto. 

E’ fondamentale la serenità per un attaccante e poi quando giochi un buon calcio alla fine raccogli sempre anche perché il Napoli ha in rosa buoni giocatori. Ancelotti cambierà molto e spesso, in base a chi avrà di fronte e può farlo perché in attacco ci sono varie possibilità. 

Ibrahimovic vorrebbe tornare in Italia e sta tastando il terreno.Napoli sarebbe perfetta per lui, la piazza ideale e uno come Ibra servirebbe a tutte le squadre italiane nonostante l’età”. 

Antonio Giordano, giornalista: “Il rinnovo di Zielinski mi è sempre sembrato più complicato di quello di Milik. Non credo ci sarà mercoledì, col Salisburgo immagino che giocheranno Insigne e Mertens.

Le prossime partite per il Napoli saranno decisive e neanche troppo semplici perché tra Salisburgo, Spal, Atalanta, Roma e Salisburgo ci passa una stagione. 

Ibrahimovic non lo prenderei fossi nel Napoli perché ha una personalità troppo forte e soffocherebbe gli altri. Pochi come lui hanno quella leadership, ma il Napoli ha già 7 attaccanti, tutti bravi e segnano quasi tutti tranne Younes”. 

Pierpaolo Petino, giornalista: “Gli attaccanti devono essere al centro di un progetto per fare bene. Non esiste un calciatore che non vuole continuità. tra l’altro gli attaccanti quando hanno la vena giusta devono essere lì.

Lozano lo vedo un po’ avulso dal progetto, in Italia non avrà grande fortuna. Non mi convince e il Napoli ha in rosa calciatori di attacco che hanno la necessaria intesa”.

Emanuele Calaiò, attaccante: “Milik si è sbloccato e dopo il gol con la Polonia, anche col Napoli ha iniziato a segnare e in questo momento va fatto giocare.

Il Napoli ha bisogno di certezze perché poi si provano tanti moduli e giocatori, ma ciò che conta è vincere. Andiamo dicendo che Lozno non fa al caso nosto, ma prima di giudicare, va visto perché ha giocato pochissimo e non si può giudicare”.

Luca Marchetti, giornalista: “Si è sbloccato Milik e farlo giocare contro il Salisburgo sarebbe giusto, ma credo che le scelte fatte contro il Verona siano state proprio in ottica Champions e quindi immagino che martedì il polacco non sia in attacco.

Per Mertens il Napoli resta la priorità, la Cina non lo affascina, ma va detto che tutti pensavamo che le parti fossero più vicine. Il Napoli è convinto di aver fatto il massimo per convincere Mertens, ma anche Milik.

Questo è il miglior momento per andare a rinnovare Milik perché è vero che non è in scadenza, ma non gode del miglior momento di forma e il calcio è anche strategia”.

Enrico Currò, giornalista: “Il campionato sembra avviato verso il solito esito, ma va anche detto che la Juve vince, ma non con la solita semplicità.

Ibrahimovic non ho capito cosa farà nel futuro, ma ha lanciato dei messaggi. Vuole tornare in Italia, in serie A e a Napoli starebbe benissimo.

Credo che il Napoli stia cambiando abbastanza pelle, ma il problema non sta solo nella personalità, ma nel livello della rosa. Il livello medio del Napoli è alto, ma non è pari a quello delle prime squadre d’Europa ecco perché giocatori come Ibrahimovic servirebbero”.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

SSC Napoli, Castel Volturno: problemi per Ancelotti, si fermano quattro azzurri. Il report

Sky, Marchetti: “Per Mertens la priorità è il Napoli non la Cina. Adesso è il momento di rinnovare Milik…”

Calciomercato Napoli, Ibrahimovic è possibile: spunta una telefonat

Calciomercato Napoli, il rinnovo di Milik è più vicino: i dettagli

C’era una volta il campionato italiano di calcio, una favola antica che non tornerà più!

Tuttosport – Ecco il motivo dell’esclusione di Mertens e Mario Rui dal 1’…

Sampdoria-Roma, gli highlights del match – VIDEO

 

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Avatar

About Vincenzo Vitiello

Napoletano di origine e milanese di adozione, segue tutto lo sport in generale ed il calcio in particolare. Oltre ad aver esercitato la professione di Docente di scuola media superiore, ha collaborato con alcune testate giornalistiche tra le quali: Tuttomercatoweb.com; TuttoJuve.com; Calciomercato.com; fondatore e Direttore Editoriale presso EuropaCalcio.it; fondatore e Direttore Editoriale presso CasaNapoli.Net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *