La nuova “via della seta” del mercato del Napoli. Storie di scouting in cerca dei futuri campioni

   

Dalla Slovacchia alla Croazia, passando per la Svizzera fino in Argentina. Il mercato del Napoli continua a seguire rotte sempre nuove. In pratica si può parlare di una nuova “via della seta” attualizzata ai giorni nostri e contestualizzata al mondo del calcio.

Una mission aziendale che negli ultimi anni era stata offuscata dalla Branislav Ninajcaccia al campione. Ma il database partenopeo monitora decine e decine di calciatori e gli ultimi seguiti sono figli di rotte non sempre nuovissime, quasi inesplorate. Dalla Slovacchia alla Croazia, passando per la Svizzera ed arrivando in Argentina. Il mercato del Napoli continua a seguire rotte sempre nuove. In pratica si può parlare di una nuova “via della seta” attualizzata ai giorni nostri e contestualizzata al mondo del calcio. Fra i nuovi nomi seguiti dallo scouting azzurro c’è Branislav Ninaj, giovane difensore centrale dello Slovan Bratislava che ha già esordito in nazionale e che, per il momento, ha un costo estremamente accessibile, attorno al mezzo milione di euro. La forza nel contrasto e la velocità di passo sono le peculiarità del connazionale di Hamsik.

Andrej KramaricSpostandoci costantemente verso ovest, in Croazia il Napoli sta attenzionando il centravanti dell’HNK Rjieka, Andrej Kramaric, classe ’91, che il CT croato Kovac ha voluto fortemente, vedendosi premiato con la rete che ha aperto la goleada contro l’Azerbaijan dello scorso martedì. Kramaric (74 gol in 149 gare ufficiali), vale 7 milioni di euro la punta è in possesso dello status di comunitario, con un contratto in scadenza nel 2015.

Il viaggio prosegue poi in Svizzera con Fabian Schar, classe ’91, centrale anche della nazionale: il contratto del difensore è in scadenza 30 giugno 2015, ma serve, allora, un’offerta dal almeno 8/10 milioni per strappare Schar anche alla concorrenza delle altre big europee.

A gennaio il Napoli resterà orfano di Ghoulam per almeno un mese causa Coppa d’Africa e quindi volando sull’Atlantico, si potrebbe arrivare in Argentina per Leonel Ezequiel Vangioni, classe ’87, esterno mancino del River Plate, Vangioni è assistito da Matias Sabbag, lo stesso manager di Lamela, ed è anche in possesso del passaporto italiano. Tanta corsa, bravo anche nella marcatura, Vangioni vale 3,5 milioni e piace molto anche al Milan.

Massimo Avino

"La prossima volta voglio nascere a Napoli ed essere napoletano a tutti gli effetti" (Lucio Dalla)

View all posts by Massimo Avino →