Paolo Paganini: “Il mercato azzurro? Servivano calciatori di personalità, ma non sono arrivati…”

   

AGGER 2507Paolo Paganini, collega di Rai Sport, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista:

 

 Il mercato azzurro?

“Il problema è che al Napoli mancano due o tre giocatori di grande personalità tipo Mascherano e Agger. Purtroppo, questa lacuna non è stata colmata nemmeno in questa finestra di mercato. Quest’anno il Napoli ha commesso lo stesso errore che fece la Samp qualche anno fa, allorché non rinforzo adeguatamente la squadra prima di disputare il preliminare di Champions con il Werder Brema”

 

Genoa-Napoli?

“Sarà una partita fondamentale per il Napoli che ora deve puntare tutto sullo scudetto. Non sarà una gara facile per gli azzurri. Serve una reazione immediata per dare un segnale forte alle contendenti per il tricolore. Attenzione a Pinilla”.

 

Chi ha operato meglio sul mercato?

“La squadra che si è rinforzata maggiormente è la Juve, anche perché non ha venduto nessuno. La Roma ha perso una pedina importante con Benatia e questo potrebbe aver compromesso collaudati meccanismi difensivi. Certo, con Iturbe l’attacco giallorosso ha fatto un bel salto di qualità. Il Milan, come al solito, ha fatto un colpo last minute importante. Occhio anche a  Pazzini che con la cura Inzaghi potrebbe rigenerarsi”.

 

I sorteggi di Champions ed Europa League?

“La Roma è capitata nel girone della morte. La Juve ha un girone abbordabile, ma non deve commettere l’errore dell’anno scorso. In Europa League, Il Napoli non avrà avversari insormontabili, ma onestamente credo che punterà tutto sul campionato”

 

Come mai l’innovatore De Laurentiis ha sostenuto la candidatura di Tavecchio?

“Il calcio è come la politica della Prima Repubblica: tutti litigano, ma poi trovano sempre un accordo. La verità è che tutti disertano le riunioni della Lega Calcio, ma stranamente quando bisogna ridiscutere i proventi dei diritti televisivi non manca mai nessuno…”

 

Il ripescaggio del Vicenza in Serie B?

“La tempistica e le modalità di questo ripescaggio hanno fatto perdere molta credibilità al nostro calcio. La verità è che bisognerebbe avere maggiore rispetto per chi, nonostante tutto, paga ancora il biglietto per andare a vedere una partita di pallone”

 

Fonte: Redazione Sportiva Radio Amore Campania

 

Dario Catapano

Laureato in giurisprudenza e giornalista dal Febbraio 2014. Nelle cose che faccio ci metto il cuore...e la faccia! Facebook: https://www.facebook.com/dario.catapano1 Twitter: @DarioCatapano

View all posts by Dario Catapano →