Perinetti: ”Il calcio italiano? E’ come guardare un bel quadro in una cornice pessima”

L’ex dirigente azzurro Giorgio Perinetti ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni de L’Università del calcio, trasmissione in onda sulle frequenze di Radio Popolare Roma 103.3 FM. “E’ innegabile che il calcio italiano negli anni sia stato portato ai minimi storici, penso ad esempio a Palermo-Napoli di sabato: tremila paganti, segno evidente di quanto sia stato svuotato di significato ed interesse il nostro campionato. È come guardare un bel quadro in una cornice pessima. Il vendersi completamente alle televisioni non è stato positivo. Andava portata avanti, parallelamente, una politica che salvaguardasse comunque la presenza di spettatori allo stadio. I nostri stadi sono obsoleti, poco funzionali, le partite sempre di livello più basso, è chiaro che si perdano gli spettatori. Ma immaginate questa situazione in altri sport, ad esempio in un Gran Premio. Il calcio è una grande passione popolare, che va sempre difesa e messa in condizione di essere correttamente espressa. Il calcio italiano sta molto male”.

Fonte: AreaNapoli

 

Roberto Ascione

Nessuna notte è tanto lunga da impedire al sole...di sorgere di nuovo !!!

View all posts by Roberto Ascione →