QUESTIONE DI MODULI: Napoli rimaneggiato alla ricerca della settima vittoria stagionale sul campo ostile di Udine

 
 
tattica roma napoli
   

Siamo arrivati alla nona giornata del campionato di serie A con il Napoli impegnato nella trasferta di Udine. Le prime difficoltà per gli azzurri sono costituite dalle numerose assenze causate dagli infortuni. Ai lungodegenti Meret, Ghoulam, Chiriches e Younes si sono aggiunti Insigne e forse Koulibaly che probabilmente non sarà rischiato a causa di un affaticamento muscolare. Del resto questa è solo la prima partita di una settimana importantissima che ci metterà di fronte PSG e Roma.

L’udinese è reduce da tre sconfitte consecutive, l’ultima delle quali in casa contro la juve, e sembra orientata a schierarsi con un assetto più prudente. Mister Velazquez potrebbe impostare una gara difensiva disponendo la sua squadra in un 4-4-1-1 puntando tutte le sue carte sulle ripartenze con Lasagna e De Paul in appoggio. Del resto i friulani dopo una buona partenza che gli ha consentito di racimolare punti importanti, hanno offerto prestazioni opache. Nelle ultime gare pare essere venuto meno anche quello spirito guerriero che caratterizza le formazioni in lotta per la permanenza in serie A. Per ora non sembra ancora in discussione la panchina di Velazquez, certo però che un’altra sconfitta potrebbe causare i primi scricchiolii.

Il Napoli, dovendo fare a meno di Lorenzo Insigne, il suo giocatore più in forma prima della sosta, schiererà Mertens nel suo vecchio ruolo con Callejon e Verdi sulle fasce e Milik punta centrale. Insomma, 4-4-2 molto offensivo con quattro uomini votati all’attacco e pronti ad assediare la metà campo dei friulani. Naturalmente ci aspettiamo qualche sorpresa da mister Ancelotti anche se la rosa ridotta di disponibili per questa trasferta non gli lascia ampi margini di scelta.

Azzardiamo il possibile undici di partenza: l’ex udinese Karnezis in porta al posto di Ospina che è stato l’ultimo giocatore a rientrare dalla parentesi delle nazionali. In difesa dovrebbero agire Hysaj e Mario Rui sulle fasce con Albiol e Maksimovic coppia centrale. Sarebbe in questo caso la prima partita stagionale senza Kalidou Koulibaly in campo dal primo minuto. A centrocampo agiranno l’insostituibile Allan, ex della partita come Zielinski che però potrebbe partire dalla panchina, con Fabian Ruiz al centro. Da esterni della linea mediana agiranno Verdi e Callejon. In avanti torna Mertens con Milik a fare da punta centrale. Questo schieramento permetterebbe di non rischiare Koulibaly e di tenere a riposo il capitano Marek Hamsik pronto per le due successive gare. A tal proposito il mister pare orientato a preservare lo slovacco per poterlo avere al meglio nel decisivo impegno Champions contro il PSG e nel test di campionato ben più probante contro la Roma di Di Francesco.

Lorenzo Traettino

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *