Questione di moduli – Udinese-Napoli: Hamsik passepartout per la vittoria

 
 
   

hamsik4Domani, allo Stadio Friuli, andrà in scena la sfida tra Udinese e Napoli per la 34° giornata di Serie A Tim, con la prima che ormai non ha più nulla da chiedere al suo campionato ma che di certo non vorrà disonorarlo proprio nel finale, mentre la seconda ha l’obbligo di consolidare il suo terzo posto mantenendo a distanza la Fiorentina.

Francesco Guidolin, per tenere a bada la formazione partenopea, si affiderà ad un inedito 4-3-2-1 con Scuffet in porta; Heurtaux, Danilo, Domizzi e Gabriel Silva a formare il quartetto difensivo; Pinzi, Allan e Badu a centrocampo con Pereyra e Fernandes a supporto dell’unica punta Totò Di Natale.

Dunque il tecnico dei friulani cercherà di sfruttare al meglio le caratteristiche di forza, tecnica e velocità della sua squadra consegnando all’eterno Di Natale il compito di spaziare per tutto il fronte offensivo aprendo varchi per le due mezze punte e per gli interni di centrocampo che verranno all’occorrenza supportati dai due terzini per creare superiorità numerica nelle zone laterali del campo e imbrigliare così la forza offensiva del Napoli costringendone gli esterni a ripiegare in fase difensiva.

Dal canto suo Rafa Benitez dovrà far fronte alle assenze di Higuaìn (trauma contusivo alla gamba sinistra), Merntes (squalificato) e Britos (leggero infortunio in allenamento); schiererà quindi il suo Napoli con il solito 4-2-3-1 con Reina in porta; Henrique, Fernandez, Albiol e Ghoulam in difesa; Jorginho ed Inler (in ballottaggio con Behrami) a centrocampo; Callejon, Hamsik (di nuovo in campo dal primo minuto) e Insigne a supporto del colombiano Zapata.

Il tecnico spagnolo del Napoli dovrà trovare il modo di sopperire all’inferiorità numerica che si verrà a creare a centrocampo e per fare ciò si affiderà al lavoro di Jorginho ed Inler (o Behrami): il primo facendo girare palla velocemente e innescando in profondità gli attaccanti, il secondo pressando alto i portatori di palla avversari (in tal caso sarebbe preferibile l’impiego di Behrami).

Un ruolo di fondamentale importanza ce l’avrà Hamsik che dovrà abbassarsi continuamente a centrocampo per disturbare i tre centrocampisti avversari (riducendone il campo d’azione e l’inventiva), per poi ripartire velocemente inserendosi da dietro alle spalle di Zapata sfruttandone la fisicità per ricevere palla e andare in goal.

Insigne e Callejon, invece, coadiuvati da Henrique e Ghoulam, dovranno essere bravi ad allargare il gioco e quindi la difesa friulana per favorire l’inserimento da dietro dei centrocampisti e lo scontro aereo individuale di Zapata, che potrà così usufruire del suo fisico imponente per buttare la palla in rete.

Aldo Foggia

Twitter: @AldoFoggia

Seguiteci anche su Twitter: @ForzAzzurri1926

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Avatar

About Aldo Foggia

I giovani sono il futuro, ma io al massimo mi sento un congiuntivo..