Spalletti in conferenza stampa: “Il Napoli è uno spot per il calcio, Sarri se fosse rimasto in banca oggi sarebbe ministro dell’economia, domani possiamo farcela”

Spalletti

Il tecnico dell’ Inter Luciano Spalletti è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Inter: “Domani nessun esame per i miei ragazzi, essi gli esami li hanno già dati, siamo  preparati a questo confronto comunque non facile. Il Napoli è uno spot per il calcio … una squadra forte che non concede niente e in alcuni momenti raggiunge la perfezione, gli azzurri meritano tutti i consensi e grande merito della loro crescita va a Sarri   … Egli  sarebbe diventato Ministro dell’Economia se avesse continuato la sua carriera in banca. Quando proponi qualcosa egli trova sempre la soluzione per sottometterti.

 Se si vuole stare in cima bisogna essere bravi, senza usare scorciatoie e noi da questo punto di vista non possiamo tirarci più indietro, gli azzurri sono così bravi che dobbiamo obbligatoriamente crear loro più di un problema, son convinto che noi abbiamo le qualità per metterli in difficoltà. 

Se il Napoli e l’Inter si trovano lassù è perchè è stato fatto un grande lavoro ma ogni settimana prendiamo un treno. Il Napoli e Sarri sono simpatici  ma ricordo che bisogna anche arrivare davanti alla Juventus… Se perdi una gara butti via due punti e i bianconeri sono lì.

Inter dipendente da Icardi? Prima del derby mancava alla squadra ma dopo i 3 gol al Milan non possiamo caricarlo di troppe responsabilità .. Tutto il gruppo viaggia verso la stessa direzione, indipendentemente dai gol dei singoli. 

Il Napoli fa spettacolo, regala emozioni al suo pubblico … Noi ci stiamo attrezzando e potrebbe esserci  un ulteriore balzo per accorciare le differenze che indubbiamente esistono. Come ho già detto, il Napoli lavora insieme da tempo”