TOP & FLOP, Fiorentina – Napoli il migliore ed il peggiore in campo

 
 
Napoli
   

Bentornata Serie A, all’Artemio Franchi si sfidano Fiorentina e Napoli per la prima giornata di campionato. Le due squadre si affrontano a viso aperto con nessun calcolo. La spunta il Napoli di Ancelotti con uno spettacolare 3-4.

PRIMO TEMPO

Per l’esordio della Fiorentina americana, Montella sceglie in attacco Sottil, Vlahovic e Chiesa. Ancelotti si affida a Mertens come riferimento offensivo, dei volti nuovi dal primo minuto Di Lorenzo e Manolas. Avvio di marca viola, i ragazzi di Montella vengono trascinati da un Franchi infuocato, che mettono alle strette la difesa del Napoli. Pulgar porta in vantaggio i suoi su calcio di rigore, assegnato dopo visione VAR per un mano di Zielinski in area su tocco di Castrovilli. Sottil è una spina nel fianco per Mario Rui che va in affanno sotto le sue accelerazioni. Gli azzurri rischiano e i viola su una situazione da fermo con Milenkovic che anticipa Koulibaly sfiora il raddoppio. Il Napoli è scosso e soffre la sfuriata del tridente di Montella, ma non appena la Fiorentina si distrae, il Napoli mette in mostra i suoi talenti e la ribalta in quattro minuti. Prima Mertens tira fuori dal cilindro una conclusione a giro favolosa da fuori su cui Dragowski non è esente da colpe. Subito dopo Insigne fredda il portiere polacco dal dischetto per un calcio di rigore dubbio concesso per un contatto tra Castrovilli e lo stesso Mertens in area viola, con il primo tempo che finisce con il Napoli in vantaggio.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa il Napoli gestisce il sorpasso effettuato e di una Fiorentina più spenta. Ma la partita si riaccende poco dopo, ci pensa Milenkovic, che anticipa Koulibaly e beffa un incerto Meret. La partita diventa incandescente e diventa uno spettacolo, con azioni da una parte e dall’altra. Il Napoli ripassa subito avanti con il solito duo Insigne-Callejon. Tiro chirurgico dello spagnolo che trafigge Dragowski. Montella lancia Boateng in campo, il ghanese è voglioso di riacciuffare il risultato, prima impegna Meret che blocca e poi lo trafigge con un destro da fuori rasoterra. Manolas sbarra la strada per l’ennesimo tentativo di uno scatenato Chiesa. Lì davanti ci pensano loro tre: Mertens ubriaca Lirola e pesca Callejon dall’altro lato del campo che la poggia sulla testa di Insigne, pronto a insaccare doppietta e gol dell’incredibile 3-4. Entra Ribery, il francese al 92′ passa in mezzo a due e reclama un rigore per una trattenuta di Hysaj, ma l’arbitro sorvola tra le proteste viola. Dopo 5 minuti di recupero finisce una partita piena di spettacolo, gol e polemiche arbitrali, che fa capire a tutti quanto sia bello lo spettacolo della Serie A, il Napoli di Ancelotti dopo questa difficilissima partita si dimostra la più accreditata per un ruolo di anti-Juve.

TOP

Dries Mertens é il top di questa prima giornata per il Napoli, non fa differenza se parte da sinistra o dal centro ha fame di gol e lo dimostra subito. Ha nel mirino il record di gol di Marek Hamsik.

FLOP

Kalidou Koulibaly è il flop della partita, non è ancora il muro che tutti conosciamo, è rientrato da una settimana dalle ferie e si vede. Ancelotti e tutto il mondo Napoli non vedono l’ora di rivedere il muro invalicabile senegalese.

GIANNI CARRELLA

 

Leggi anche :

Chiriches – Dopo il Sassuolo un altro club di Serie A sulle sue tracce

VIDEO – Torello del Napoli in allenamento

[FOTO] – Rigore Mertens: il fallo c’è, ma non è sul belga!

CdS – Tra Napoli e Llorente esiste un patto d’onore: domani si può chiudere

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *