Bagni sulla doppia sfida al Real Madrid del 87/88: “Si qualificarono con un colpo di c***! Fu rissa negli spogliatoi”

Bagni
   

L’ex centrocampista azzurro Salvatore Bagni ha raccontato alcuni episodi di quel Real Madrid-Napoli ai microfoni de Il Mattino

“I vincitori morali di quella sfida siamo noi. Loro erano il Real Madrid, campioni d’Europa e del mondo una enormità di volte. Noi il piccolo Napoli, campione d’Italia per la prima volta, che riuscì a metterli in un angolo, quasi in ginocchio, rendendoli a lungo inermi. Passarono loro? Fu solo per un colpo di c… Nel vero senso della parola: perché Buyo al San Paolo bloccò col sedere un tiro di Careca e lì finì la nostra corsa a perdifiato verso la rimonta. Subito dopo fece gol Butragueno e la qualificazione andò a loro. La gara di andata si era giocata a porte chiuse, ma potevano esserci anche 100mila tifosi del Real, non sarebbe cambiato nulla. Nello spogliatoio ci coprimmo di insulti e di minacce e anche di colpi proibiti. Michel mi affrontò a muso duro, non l’avesse mai fatto… Volava qualsiasi cosa. Luciano Castellini lanciò una borsa col ghiaccio che colpì il loro allenatore (Leo Beenhakker, ndr) ma anche io non rimasi con le mani in mano. Loro non facevano che insultarci: mafiosi, mafiosi, urlavano. E io e gli altri lanciavamo qualsiasi cosa ci capitasse vicino. Non ci tenemmo nulla. Poi a fine gara ci fu un’altra rissa incredibile. Ed eravamo a casa loro”.

Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

View all posts by Carmine Gallucci →