Pubblicato il: 4 Luglio 2014 alle 1:03 pm

Benitez: “Orgoglioso dei nostri giocatori ai quarti”

BENITEZ 2222Rafa Benitez scrive un articolo per Il Corriere dello Sport, dove oltre a dire la sua alla vigilia dei quarti di finale di Brasile 2014, si dichiara orgoglioso dei suoi calcatori che sono arrivati fino a questo punto:
Tra poco più di una settimana conosceremo i nuovi campioni del Mondo e ora che con gli ottavi di finale è arrivato il momento della verità, abbiamo avuto anche la percezione che alla distanza i valori tecnici stian o venendo fuori: dalla ristretta elite del calcio, in quel fazzoletto in cui rientrano per il momento le migliori otti squadre del globo terrestre, mancano – secondo usi e gusti più o meno universali – l’Italia, l’Inghilterra e la Spagna, ognuna e a modo suo indicata come probabile protagonista, ognuna e a modo suo da ritenere degna di stare tra le big. La loro eliminazione ha costituito la grandissima sorpresa dei gironi di qualificazione, ma da quel giorno, cioè dal momento in cui sono cominciate la sfide dirette, è andata come si prevedeva, perché pure l’Uruguay – altra nazionale ad aver vinto un mondiale – partiva sfavorita rispetto alla Colombia. Ora però la tensione cresce, la finalissi ma di Rio de Janeiro dista appenadue partite ed è un principio ovviamente valido per ognuna delle partecipanti ai quarti, da affrontare attraverso un approccio che immagino venga suggerito da considerazioni inevitabili. La prima: le gare pomeridiane (quelle che in Brasile si giocano all’una), risentono inevitabilmente del clima, dell’umidità e sono meno intense, meno vibranti, prevedono maggior calcolo, ovviamente per evitare dispendio di energie fisiche; la seconda: si sono registrati una serie di incidenti muscolari, che ribadiscono una volta di più le difficoltà collettive. La disparità di atteggiamento tra le gare che che chiamiamo pomeridiane e che in Brasile cominciano praticamente quando in genere si pranza e i match invece serali, perciò quelli giocati con la frescura, pare quasi diano l’impressione di una suddisivisione in due Mondiali, tant’è netta la differenza nel ritmo, nell’impatto, se fate caso persino nel modo di avvicinarsi alla gara con un riscaldamento (giustamente) diverso rispetto alla normalità. Ma certe cose le sapevamo anche prima e dunque… Attenti a Francia-Germania, la partita sulla carta tra le Nazionali che hanno meglio interpretato questa fase iniziale del Mondiale, quelle che hanno giocato il miglior calcio, dato vita probabilmente alle partite più interessanti: è unasemifinale anticipata, questa, è underby europeo tra due scuole calcistiche che rappresentano stili distanti. Poi c’è la curiosità di vedere dove arrivi la Colombia, l’altra formazione – come Francia e Germania – che ha attirato attenzione ed anche simpatia: sulla carta è un match
proibitivo, ma il Brasile non è ancora riuscito ad esprimersi come dovrebbe, legatissimo alle intuizioni dei suoi giocatori, Neymar su tutti. Ma non si potrà distrarre neppure domani, quando Argentina e Belgio si giocheranno l’accesso alle prime quattro, con i sudamericani che sanno benissimo di dover fare attenzione, di non potersi permettere alcuna distrazione, contro una squadra non solo giovane ed entusiasta di sé però anche ricca di individualità ed anche di bel gioco. Non ignorerò Olanda-Costa Rica: è piacevole da osservare la squadra di Van Gaal, che
ha sostanzialmente, nettamente, modificato il proprio modo di difendere; ed è gradevole andare a scoprire come stavolta la Costa Rica si opporrà ad una Nazionale teoricamente più forte. Ps: Nei giorni scorsi, c’è stata una autentica abbuffata di calciatori del Napoli, protagonisti d’una serie di partite del Mondiale; ed altri ancora ce ne sono, in questiquarti. E’ stata una gran bella soddisfazione per il club e per il sottoscritto e devo dire che siamo orogliosi di tutto ciò che stanno facendo.
Rafa Benitez

Fonte: RafaBenitez.com

Carmine Gallucci

Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

View all posts by Carmine Gallucci →