Caso Suarez: 9 telefonate e 7 messaggi per velocizzare la sua cittadinanza, coinvolto anche un altro dirigente della Juventus

Suarez
   

Continuano a venire a galla nuovi particolari sul caso riguardante l’esame farsa sostenuto da Luis Suarez

Repubblica nella sua edizione odierna parla dell’ inchiesta sull’esame farsa di Suarez, nella quale finisce un altro dirigente della Juventus, oltre a Paratici e Cherubini. Si tratta di Maurizio Lombardo, che dal 2011 al 2020 è stato segretario generale della Juve. Si occupava lui dei contratti, dei documenti e dei regolamenti.

Ecco quanto scrive il quotidiano:

“Il suo nome è citato nei verbali dei testimoni e degli indagati ascoltati dalla procura di Perugia guidata da Raffaele Cantone. Lombardo è stato sentito già due volte dai pm. Il suo verbale è ancora secretato e lui non risulta indagato. Ma da quel che si può ricostruire dagli atti sin qui depositati, Lombardo ha avuto un ruolo, seppur in apparenza minore, nella genesi del pasticcio dell’esame sostenuto il 17 settembre presso l’Università per Stranieri. Che venne preceduto, documentano i tabulati, da un giro di almeno 9 telefonate e 7 messaggi tra manager juventini, la ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli, il capo di gabinetto del Viminale. Conversazioni di cui vi è traccia nelle chat allegate agli atti”.

Il quotidiano inoltre riferisce che il 3 settembre, Paratici chiama la ministra De Micheli spiegandole, come confermato dalla stessa ministra ai pm, che la Juve è in procinto di acquistare Luis Suarez ma che per completare l’affare serve che il giocatore abbia il passaporto. Le chiede quindi un aiuto per velocizzare la pratica.

Questo è quanto si legge:

“Subito dopo la chiamata di Paratici, sul telefonino della ministra arriva via whatsapp tutta la documentazione necessaria per riavviare la pratica Suarez e portarla a completamento: la domanda di cittadinanza, il primo rigetto del ministero, il passaporto spagnolo del calciatore e alcuni certificati di buona condotta rilasciati da autorità straniere. A inviarglieli è Lombardo. Che sarà anche colui che qualche giorno dopo, precisamente il 7 settembre, durante una riunione per decidere dove far svolgere l’esame a Suarez, segnala a Federico Cherubini, braccio destro di Paratici, il nome di Maurizio Oliviero. Il solerte direttore generale dell’Università per Stranieri di Perugia che si metterà a disposizione della Juve per anticipare e organizzare una sessione ad hoc per il calciatore”.

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Real Madrid, ufficale la cessione di Jovic. Il Napoli si era interessato in estate

Napoli, la FIGC archivia l’indagine sul rispetto del protocollo

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

H&M: Simone Rocha la prossima guest designer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *