CdM – Perde la fede nuziale al San Paolo ma un tifoso del Napoli gliela riporta

   

Il Corriere del Mezzogiorno in edicola racconta di un bellissimo gesto di un tifoso del Napoli

Perde la fede al San Paolo durante Napoli-Inter e si dispera. Da 4 anni è sposato e quel simbolo sacro del matrimonio non può andare perduto. «Mia moglie quando lo ha saputo si è sentita male». Il protagonista di questa vicenda a lieto fine è Pino Apice, 32 anni, di Barra, barista: il suo angelo custode è Pasquale Guadagno, 60 anni, di Castello di Cisterna, tifoso storico del Napoli abbonato alla Tribuna Posillipo dal 1978 e titolare di una ditta di imballaggi per alimenti. Pino si dà fare per aiutare la famiglia, quando gioca il Napoli fa anche lo steward in Curva A. Prima della partita con l’Inter, intorno alle 20, è stato chiamato a rinforzare il settore tribuna. La corsa per raggiungere la tribuna e le mani sudate hanno fatto il resto: la fede è scivolata a terra. Ha sentito anche il rumore, ma non è riuscito a trovarla. In quello stesso settore, c’è Pasquale che è arrivato presto allo stadio: sta fumando una sigaretta. Camminando, si imbatte nella fede nuziale. La raccoglie ma il suo primo pensiero è quello di postare su Facebook la foto della fede con un annuncio alle 20.35: «L’ho trovata al San Paolo, datemi una mano a rintracciare il proprietario». Il post è diventato virale è finito su una pagina molto seguita come «Sos amici aiutiamoci tra di noi» che conta oltre 35.000 iscritti. «Mi sono arrivate tantissime richieste di amicizia – spiega Pasquale – anche di persone che volevano fregarmi, ma alla fine sono riuscito a trovare il proprietario. Il giorno dopo la partita ci siamo sentiti al telefono, lui piangeva: la fede aveva anche un brillantino incastonato: mi sono fatto dire cosa c’era inciso dentro. Non c’erano più dubbi: mercoledì sera ci siamo visti per la consegna della fede: era come un bambino felice. L’ho fatto davvero con il cuore e sono contento di come si sia conclusa la vicenda». Pino non sta nella pelle: «Questa città ti regala sempre delle belle storie come queste: sono orgoglioso di essere napoletano».

Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

View all posts by Carmine Gallucci →