Chiariello: “Mi vergogno di questo Napoli: tutte le colpe di Rafa e De Laurentiis”

   

KOULIBALY 55441122“Abbiamo resuscitato i morti”. Così Umberto Chiariello, nel suo consueto editoriale in apertura di Campania Sport, analizza il momento azzurro: “Questo è il Milan più scarso che io abbia mai visto. Il Napoli dopo la sosta è crollato, ho visto un Napoli imbarazzante. Quei folli che avevano visto in Koulibaly un grande difensore capiranno che il ragazzo ha ancora tanto da crescere. Ma saremmo fuori strada se pensassimo ad errori dei singoli. Non si può non chiamare in causa chi è alla guida di questa squadra. Si doveva migliorare la fase difensiva, si doveva completare il progetto, e qui entra in causa il presidente che ha aspettato la qualificazione in Champions senza poi intervenire causa la sconfitta di Bilbao. Il patron ha ridotto il monte ingaggi, per rientrare nei parametri imposti ed evitare di aprire il portafogli nella prossima stagione. Così si spiegano i regali, perchè di regali si è trattato, di Pandev e Dzemaili pur di liberarsi dei loro stipendi onerosi. Ma vogliamo parlare del tecnico? Higuain è stato un ectoplasma urlante per un’ora. Poi con l’ingresso di Zapata la situazione è cambiata. Non si può tenere fuori il colombiano che in questo periodo ha tenuto a galla il Napoli. Benitez non può essere monocorde, deve adeguarsi ai calciatori che ha. Io mi vergogno di questo Napoli, perchè questo Napoli non si può guardare”.

Massimo Avino

"La prossima volta voglio nascere a Napoli ed essere napoletano a tutti gli effetti" (Lucio Dalla)

View all posts by Massimo Avino →