Clamoroso: presto i giocatori africani potrebbero diventare Comunitari

   

TAVECCHIO 1010Potrebbe essere un duro colpo per il Presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, che sta scontando sei mesi di stop per le sue frasi irriguardose contro i calciatori “magiabanae”. Infatti grosse novità ci sarebbero per l’allargamento del calciomercato italiano e non solo. Come accadde nel 1991 con la sentenza Bosman, che consentì ad un giocatore di liberarsi gratuitamente da un club al termine del contratto e che contribuì al successivo abbattimento delle frontiere in Europa abolendo la regola del limite di giocatori stranieri tesserabili, adesso potrebbe essere la convenzione di Cotonou a stravolgere il calciomercato.

Suddetta convenzione è un accordo siglato dall’Unione Europea con gli stati di Africa, Caraibi e Pacifico con l’obiettivo di eliminare (o per lo meno diminuire) la povertà in questi Paesi e favorire l’integrazione. Nel caso in cui questa convenzione venisse recepita dalla federazione, i giocatori di questi Stati non verrebbero più considerati extracomunitari ed il loro mercato nel calcio italiano sarebbe molto più semplice, in quanto ogni società italiana può tesserare massimo due giocatori extracomunitari e questa clausola limita il tesseramento di giocatori africani.

Si tratterebbe di una svolta storica che permetterebbe ai calciatori africani di trovare con maggiore facilità un club italiano disposto ad acquistarlo e nel breve periodo il calcio africano potrebbe crescere di livello grazie al contributo di quei giocatori che migrano in Europa.

Massimo Avino

"La prossima volta voglio nascere a Napoli ed essere napoletano a tutti gli effetti" (Lucio Dalla)

View all posts by Massimo Avino →