Pubblicato il: 29 Aprile 2015 alle 12:28 am

Coppa di Germania – Il Borussia Dortmund batte il Bayern Monaco ai rigori.

Der Traum. Il Sogno, con la “S” maiuscola. Dipinto di giallonero, all’Allianz Arena. Conti che non tornano, statistiche che raccontano come il calcio – dopotutto – non ha perso la sua dose di romantico, di speciale e imprevedibile. Prendete il Bayern, cacciatori di triplete con fame berlinese: tutta la partita avanti, a spingere. Leziosi in qualche caso sì, ma pur sempre dominatori. Ora prendere il Borussia Dortmund, dopo un’annata così disastrosa: partita da dimenticare – il linea con le prestazioni di metà stagione – con qualche acuto verso fine gara. Uno, ha portato al gol diAubameyang. Quell’1-0 bavarese che sembrava scalfito nel marmo, così certo, pareggiato in un istante, solo uno, dal tocco del gabonese ex Milan.

E da lì cominciano gli intrecci, tra storia e destino. Klopp l’ha scritta, la prima, in sette anni di sudore e ricostruzione. Meisterschale, finale di Champions e…qualche rivincita. Quella di questa sera ha il sapore dell’addio, ma è dolce da impazzire. Lo sgarbo ai rigori, quel maledetto dischetto che ha fatto scivolare sia Lahm che Alonso. Uno scherzetto del “Mago”? Poco probabile, ma quanto abbia agito il fato su questa gara, sì, è da discutere. Perchè per l’ultimo Klassiker della carriera di Jurgen al BVB, ci voleva un finale speciale. A Berlino ci va il Borussia Dortmund, dopo una gara contraddittoria e a tratti incomprensibile.

Soprattutto se a salvare i gialloneri ci ha pensato non il primo, bensì il secondo portiere. Si chiama Mitchell Langerak ed è il sostituto di Ryan nella nazionale australiana. Umano, sicuramente più di Neuer. Lo stesso portierone tedesco che si è preso la briga di calciare il quarto e ultimo rigore per la sua squadra, sbagliando. Traversa piena, palla che rimbalza a metà campo e festa del Borussia che parte. A casa dei rivali storici, goduria in pieno stile Klopp: abbraccio con Guardiola e pugnalata alle spalle. Cancellato il triplete, la stagione dei gialloneri torna ad avere un senso. Per la Pokal ancora ci sarà da giocare la gran finale (domani Arminia Bielefeld-Wolfsburg, seconda semi), ma Klopp può già dirsi vincente. Il “Mago”, questa volta, ha tirato fuori dal cilindro proprio un bel coniglio.

 

Fonte: GianlucaDiMarzio.com

Roberto Ascione

Roberto Ascione

Nessuna notte è tanto lunga da impedire al sole...di sorgere di nuovo !!!

View all posts by Roberto Ascione →