Corbo: “Napoli indebolito dopo addio di Hamsik. De Laurentiis ha rifiutato 70 milioni per Insigne”

 
 
corbo juve napoli
   

Antonio Corbo ha commentato l’addio di Hamsik e la vittoria sulla Samp ai microfoni di Ne Parliamo Lunedì, in onda su Canale 8:

“Non è possibile che una squadra giochi malissimo due partite e poi batta la Samp in quel modo. Ancelotti non può essere bravo un giorno sì e l’altro no. Per me c’è stato l’effetto-Allan, tra i giocatori lo hanno avvertito tutti. Allan era visto dai compagni come quello che in pratica era andato via, Ancelotti lo ha forzato a stare in mezzo al campo con gli altri ogni giorno. Così i giocatori con gli altri agenti hanno portato delle offerte, Insigne ha fatto arrivare un’offerta da 70 milioni del Liverpool e De Laurentiis ha rifiutato.

Hamsik è onestamente cristallino, come giocatore ha dato poco a se stesso, molto al pubblico e così così alla squadra. Mi è sembrato la metafora del Napoli, che fa 90 punti ma non vince nulla. Purtroppo però il danaro ha messo tutti d’accordo. De Laurentiis ha fatto capire ad Hamsik che giocava poco e che poteva andare in Cina per guadagnare subito 9 milioni di euro annui. Dalian è la città più a nord della Cina, l’aria è pesantissima e c’è una raffineria enorme, l’aria è poco respirabile. Tanto è vero che Hamsik i figli li ha mandati a vivere in Slovacchia.

Io comunque sono preoccupato per il calcio italiano, c’è un’invasione dell’oriente nel calcio, i cinesi ci stanno rubando il calcio ed i sogni. Tu accendi la TV e sulla divise ci sono i nomi in cinese, è un momento difficilissimo. Il Napoli ora è meno forte, ovviamente. Insigne la nuova bandiera del Napoli? Non so se voglia restare, ma io ho un dubbio: se ha 4 anni di contratto, perché cambiare procuratore mettendo Raiola? Ed ha preso pure il fratello. San Paolo vuoto? La gente era annoiata dopo la doppia sconfitta e poi siamo in crisi, lo stipendio medio di un napoletano è la metà di uno di Milano”.

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *