Pubblicato il: 3 Giugno 2016 alle 6:31 pm

Crotone- Il presidente Vrenna chiede aiuto al Napoli: “Vorremmo giocare al san Paolo le gare casalinghe”.

Raffaele Vrenna: A Napoli le nostre partite casalinghe.

Il presidente del Crotone, Raffaele Vrenna, fa sapere che il suo club ha chiesto aiuto al Napoli, per poter giocare al san Paolo le gare in casa della prossima “Serie A“. Il patron dei pitagorici ha dichiarato:” Nell’eventualità in cui lo stadio Ezio Scida non fosse pronto per l’ inizio del prossimo campionato, abbiamo intenzione di chiede al Napoli la possibiltà di giocare al san Paolo”.
Novità venuta fuori, dopo una riunione avvenuta nella prefettura di Crotone, appositamente organizzata per discutere della questione stadio. La parola d’ordine è stata “decoroso“. Ma, per i dirigenti della società calabrese, non è sufficiente. “vogliamo poter usufruire di una tribuna decorosa. Che sia degna di ospitare le grandi squadre che affronteremo l’anno prossimo e che risponda a tutte le caratteristiche moderne, in fatto di ospitalità”. Ha inoltre aggiunto “ Siamo disponibili a rinnovare gli spogliatoi e la curva. Ma vogliamo una tribuna coperta più grande e decorosa”. tutto questo, indipendentemente dalla grandezza e dall’ omologabilità dello stadio.
Il comune di Crotone, proprietario dello stadio, ha assicurato la fine dei lavori di ristrutturazione necessari, per permettere allo Scida di servirsi della proroga concessa dalla Lega di serie A, alle squadre esordienti nel massimo campionato. Diecimila posti sono già garantiti (10.800 quelli disponibili); i lavori che riguardano nuovo impianto d’illuminazione, nuovi spogliatoi, aree stampa e ospitality sono parte di un progetto che sarà dato in appalto la prossima settimana. Quindi, nella peggiore delle ipotesi, si dovrebbe giocare davanti a 11.000 spettatori. Circostanza che non accontenta il presidente Vrenna, intenzionato a verificare la disponibilità del san Paolo entro il 20 Giugno “quando dovrà essere comunicato alla Lega il nome dello stadio dove giocheremo”.
Della questione stadio, comune e società del Crotone, torneranno a parlare il prossimo Lunedì.